San Marino. Cadono i campioni: Fiorentino ai play-off con Pennarossa, Faetano e Libertas

Successo da ricordare a lungo, per il Fiorentino, che elimina in doppia sfida la Folgore – campione uscente. Dopo il 2-0 ottenuto all’andata, gli uomini di Malandri sono andati incontro ad una sconfitta indolore che non è ha precluso l’approdo ai quarti di finale dove troveranno la testa di serie n. 1, La Fiorita.

Eppure, la Folgore ha tentato fino all’ultimo di ottenere una vittoria con due reti di scarto che – alla luce della miglior posizione ottenuta nella regular season rispetto al Fiorentino – sarebbe stata sufficiente per presentarsi ai quarti di finale. A sbloccare il risultato è Docente, a segno in mischia al 21’ sugli sviluppi di una punizione laterale calciata da Dormi. È però una leggerezza di Sottile, l’uomo che l’anno scorso regalò il titolo alla squadra di Lepri, a rendere vano il vantaggio: pessima gestione del pallone al limite, su pressione di Abouzziane, e palla regalata a Ben Kacem – freddo e lucido davanti a Mignani. Nel finale la Folgore rimette in discussione il discorso qualificazione, con la rete in posizione sospetta di Docente – probabilmente tenuto in gioco da Bianchi, portiere del Fiorentino. Di lì alla fine, Falciano non riesce a costruire altre occasioni ed il Fiorentino, dopo un match sfiancante, pota lo scalpo dei campioni in carica.

Doveva solo capitalizzare la notevole dote della sfida di andata, la Libertas, a rischio eliminazione solo con una sconfitta con sei reti di scarto da parte del Domagnano – privo, peraltro, di Ceccaroli e Bacchiocchi. Dopo una mezz’ora a reti inviolate, in cui i Lupi sfiorano il vantaggio col palo di Olivieri, il gol di Olcese spegne ogni velleità. Buon lavoro in rifinitura di Cuomo, che scarica ad Olcese – abile a fintare col mancino, per battere Colonna col destro. Nell’intervallo l’estremo del Domagnano lascia il campo infortunato a Ermeti, costretto a raccogliere altri due palloni dal sacco. Nel corso della ripresa un palo di Aruci, poi vittima dei crampi e sostituito. All’82’ meravigliosa conclusione dalla distanza di Morelli, che spolvera l’incrocio dopo aver toccato la traversa, e poco più tardi tris di Flores – abile ad addomesticare di petto e segnare in diagonale. Per la squadra di Cardini e Pignieri, ma anche di Alex Gasperoni, Fraternali e Patregnani tra gli altri, ai quarti ci sarà il déjà-vu con il Tre Penne.

Devono invece sudare fino alla fine l’approdo ai play-off Pennarossa e Faetano. Reduci dall’1-1 nelle sfide di andata con Murata e San Giovanni, le squadre di Selva e Girolomoni potevano contare su due risultati su tre per staccare il pass dei quarti di finale. Succede tutto nella ripresa all’Ezio Conti di Dogana, dove la deviazione di Senja su corner a sfavore finisce per tagliare fuori De Angelis, recapitando sui piedi di Fall il pallone dello 0-1, già al 47’. Immediata la replica del San Giovanni, che rimette tutto in discussione: Strologo incontra sul primo palo la punizione laterale di Magnani e, da due passi, firma il nuovo pareggio. La rete, confezionata dai due ex di turno, non compromette l’approdo ai play-off del Faetano, che trova il gol della tranquillità nei minuti finali. Ripartenza tre-contro-tre che Magno converte nel gol del definitivo 2-1. Per il Faetano, si profila l’affascinante doppia sfida al Tre Fiori – che ha recentemente alzato la Coppa Titano 2021-22.

Ha di che rammaricarsi il Murata, che ha impiegato appena 52” a portare la qualificazione dalla propria parte dopo l’1-1 dell’andata. Lo splendido movimento a mezzaluna di Bruma permette all’attacca moldavo di ricevere in posizione regolare in piena area di rigore: traversone perfetto, a scavalcare anche Semprini, per il semplice appoggio in rete di Comuniello. Il Pennarossa si riporta in linea di galleggiamento poco dopo la mezz’ora, sull’asse Martin-Tiboni. La punta elude il controllo di Carlini per superare marcatore e portiere con un controllo orientato e gonfiare il sacco. Proteste Murata sull’avvio dell’azione, con Michelotti a giocare un pallone di tacco probabilmente al di là della linea laterale. Nella ripresa, la squadra di Fabbri si costruisce la migliore delle occasioni per tornare avanti nella doppia sfida: Comuniello si prende un calcio di rigore, causato da Maioli, che Cangini si prende la responsabilità di calciare. Già a segno all’andata, il centrocampista apre il piattone sinistro: soluzione a mezz’altezza che Semprini arriva a sfiorare con la punta delle dita e, favorito dal giro del pallone, blocca in due tempi. Nel finale, gli uomini di Andy Selva mettono in ghiaccio la qualificazione con Halilaj – abile a smarcarsi al limite, da dove libera un mancino imprendibile per Benedettini. Per il Pennarossa, la prossima fermata in post-season si chiama Virtus.

Ecco il quadro generale delle sfide del Turno Preliminare:

Campionato Sammarinese 2021-22, andata e ritorno del Turno Preliminare
SQUADRA SQUADRA ARBITRI DATA ESITO LUOGO
Pennarossa (5) Murata (12) Albani (Ilie, Zaghini) – Vandi 03/05 1-1 Acquaviva
Faetano (6) San Giovanni (11) Mei (Guidi, Depaoli) – Boriello 03/05 1-1 Montecchio
Libertas (7) Domagnano (10) Delvecchio (Cristiano, Mineo) – Piccoli 03/05 5-0 Domagnano
Folgore (8) Fiorentino (9) Cenci (Tuttifrutti, Morisco) – Kaddoudi 03/05 0-2 Dogana
Murata (12) Pennarossa (5) Avoni (Battista, Depaoli) – Borriello 07/05 1-2 Domagnano
San Giovanni (11) Faetano (6) Vandi (Mineo, Guidi) – Delvecchio 07/05 1-2 Dogana
Domagnano (10) Libertas (7) Kaddoudi (Ercolani, Giannotti) – Cenci 07/05 0-3 Acquaviva
Fiorentino (9) Folgore (8) Andruccioli (Cordani, Gallo) – Albani 03/05 1-2 Montecchio
N.B.: tra parentesi è indicata la posizione di classifica ottenuta dalle squadre in regular season, in grassetto le squadre qualificate

Questi invece gli abbinamenti ai quarti di finale, che si giocheranno sempre in gare di andata e ritorno dove, in caso di parità, a superare il turno sarà la squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento in regular season. A questa altezza entrano in gioco le quattro teste di serie La Fiorita, Tre Penne, Tre Fiori e Virtus.

Campionato Sammarinese 2021-22, andata e ritorno dei Quarti di finale (Play-off)
SQUADRA SQUADRA ARBITRI DATA ORARIO LUOGO
La Fiorita (1) Fiorentino (9) TBD 11/05 20:45 TBD
Tre Penne (2) Libertas (7) TBD 11/05 20:45 TBD
Tre Fiori (3) Faetano (6) TBD 11/05 20:45 TBD
Virtus (4) Pennarossa (5) TBD 11/05 20:45 TBD
Fiorentino (9) La Fiorita (1) TBD 15/05 15:00 TBD
Libertas (7) Tre Penne (2) TBD 15/05 15:00 TBD
Faetano (6) Tre Fiori (3) TBD 15/05 15:00 TBD
Pennarossa (5) Virtus (4) TBD 15/05 15:00 TBD
N.B.: tra parentesi è indicata la posizione di classifica ottenuta dalle squadre in regular season

 

MURATA
Benedettini, Ricci (dal 62’ Bernardi), Genghini (dall’88’ Bertozzi), Toccaceli (dall’88’ Babboni), Cangini, Vitaioli (dall’88’ Gori), Fall, Carlini, Bruma, Comuniello, Valentini
A disposizione: Castelgrande, Terenzi, Pari
Allenatore: Achille Fabbri

PENNAROSSA
Semprini, Tomassini, Martin, Raffelli, Maioli (dal 61’ Stefanelli), Michelotti, A. Conti (dal 76’ Isaraj), Tiboni (dal 63’ Cola), Zago, Rastelli (dal 76’ Halilaj), Mantovani
A disposizione: Landi, Dema, Sebastiani
Arbitro: Marco Avoni
Assistenti: Leonardo Battista ed Andrea Depaoli
Quarto ufficiale: Davide Borriello
Marcatori: 1’ Comuniello, 34’ Tiboni, 85’ Halilaj
Ammoniti: Toccaceli, Valentini, Stefanelli, Cangini
Note: al 74’ Semprini para un rigore a Cangini

SAN GIOVANNI
De Angelis, Senja, Angelini, Paoloni, Tasini (dall’85’ Perotto), Lisi, Strologo (dal 57’ Grillo), Magnani, Berardi (dall’85’ Satalino), Ugolini, Montebelli (dal 57’ Mema)
A disposizione: Montagna, Cecchetti, Matteoni
Allenatore: Marco Tognacci

FAETANO
Marino, Soumah, Fatica, Romagna, Tomassoni, Fall, Palazzi, Giardi, Pini (dal 79’ Federico), Tamburini (dal 64’ Russo), Kalemi (dal 54’ Magno)
A disposizione: Rossi, Della Valle, Barretta, De Buono
Allenatore: –
Arbitro: Alessandro Vandi
Assistenti: Francesco Mineo ed Andrea Guidi
Quarto ufficiale: Raffaele Delvecchio
Marcatori: 47’ Fall, 49’ Strologo, 83’ Magno
Ammoniti: Soumah, Grillo, Palazzi, Magno, Mema, Marino, Fatica

FIORENTINO
Bianchi, Bottoni, Baizan, Filippi, Arrigoni, Colagiovanni, Mastrota (dal 75’ D’addario), Michelotti (dal 60’ Calzolari), Castellazzi, Abouzziane (dal 75’ Zouhri), Ben Kacem
A disposizione: Berardi, Paglialonga, Becchimanzi, Perlaza
Allenatore: Enrico Malandri

FOLGORE
Mignani, Hirsch, Nucci, Golinucci, Sottile, Aluigi (dal 90’ Sabbadini), Pasini, Garcia (dal 54’ Francioni), Dormi, Docente, Fedeli
A disposizione: Gueye, Cerquetti, Rosini
Allenatore: Omar Lepri
Arbitro: Mattia Andruccioli
Assistenti: Laura Cordani ed Alfonso Gallo
Quarto ufficiale: Emiliano Albani
Marcatori: 22’, 83’ Docente, 34’ Ben Kacem
Ammoniti: Aluigi, Sottile, Calzolari, Zouhri

DOMAGNANO
Colonna (dal 46’ Ermeti), Nanni, Mazzavillani, Ricchi (dal 49’ Averhoff), Olivieri, Grieco (dal 33’ Faetanini), Bara, Brighi (dal 68’ Semproli), Angelini, Gaiani, Parma (dal 68’ Fancellu)
A disposizione: Morena
Allenatore: Massimo Mancini

LIBERTAS
Gentilini, Moretti, Barretta, Pesaresi, L. Gasperoni (dal 74’ Dolente), Morelli, Berretti, Cuomo, Ruiz, Aruci (dal 62’ Flores), Olcese
A disposizione: Zavoli, Patregnani, Giovagnoli, Nigretti, A. Gasperoni
Allenatore: Gabriele Cardini
Arbitro: Outail Kaddoudi
Assistenti: Gianmarco Ercolani ed Alfonso Giannotti
Quarto ufficiale: Giacomo Cenci
Marcatori: 35’ Olcese, 81’ Morelli, 86’ Flores
Ammoniti: Gaiani, Brighi, Parm

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy