San Marino. Caso delle palle da baseball, l’inchiesta si sgonfia

Caso delle palle da baseball, l’inchiesta si sgonfia

Nell’indagine per riciclaggio il Giudice di terza istanza ha disposto il dissequestro dei 258.300 euro della Wbsc Carenza della gravità indiziaria

ANTONIO FABBRI – Manca la gravità indiziaria e ci si basa soltanto su congetture. Lo ha in sostanza rilevato il Giudice di terza istanza, Oliviero Mazza, disponendo il dissequestro delle somme che erano state “congelate” dal Commissario della legge inquirente, nell’ambito di una indagine per riciclaggio. In sostanza sono questi i motivi che fanno “sgonfiare” l’inchiesta che ha coinvolto alcuni esponenti di vertice della Confederazione internazionale baseball-softball. A renderlo noto è la stessa Wbsc con una nota: “Il giorno 28 settembre 2021, il quotidiano sammarinese L’INFORMAZIONE ha pubblicato un articolo (ripreso e divulgato successivamente da numerosi siti di informazione on-line) riguardante il presunto coinvolgimento della WORLD BASEBALL SOFTBALL CONFEDERATION (…)

Articolo tratto da L’informazione

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

 

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy