San Marino. Caso polpette avvelenate nei boschi della Repubblica

Caso polpette avvelenate nei boschi della Repubblica

Polpette avvelenate sparse in numerosi boschi della Repubblica. Sembra di ritornare ai tempi dell’avvelenatore seriale che, disseminando di polpette avvelenate la zona dell’ex camping di Murata, provocò la morte di alcuni cani e diffuse il panico. Gli effetti furono devastanti, tanto che anche il concorso internazionale dedicato ai cani di razza, che stava riscuotendo un fortissimo consenso, venne annullato dopo che erano rimasti coinvolti nell’avvelenamento anche alcuni cani di gran razza.  Oggi le polpette disseminate sul territorio, che ieri avevano la finalità di danneggiare gli organizzatori del concorso internazionale, pare abbiano un altro scopo e siano dirette ad un altro tipo di cani. La denuncia infatti arriva direttamente dai cercatori di tartufo che lasciano liberi i cani nei boschi alla ricerca del prezioso fungo ipogeo(…)

Articolo tratto da La Serenissima

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy