San Marino chiuderà il rubinetto del gas con l’Eni per aprirlo direttamente con la Libia

La Repubblica di San Marino ha instaurato da qualche tempo un rapporto diretto con la Libia riguardante vari settori, in particolare per quanto riguarda la fornitura di gas.

Già il governo sammarinese ha firmato una lettera di intenti con due società del settore, una italiana, Hera, ed una tedesca, Vng, per commercializzare in ambito italiano ed europeo l’eventuale surplus di gas acquistato direttamente in Libia.
Entro la fine dell’anno è previsto l’invio di una missione tecnica in Libia.
Tito Masi, Segretario di Stato all’Industria, ha detto a La Voce di Romagna: vi ‘parteciperanno funzionari delle Segreterie all’Industria e agli Esteri, ma anche dell’Azienda di Stato per i Servizi e dei partner che abbiamo individuato‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy