San Marino. Commissione Consiliare permanente affari esteri, Agenzia Dire

Si è riunita oggi la Commissione consiliare permanente Affari Esteri.

Il problema della permanenza di San Marino in black list è stato affrontato nel dibattito in apertura di seduta, in cui il segretario di Stato per gli Affari esteri, Pasquale Valentini, rispondendo alle domande dei commissari, ha assicurato un riferimento più aggiornato prima del Consiglio grande e generale in cui sarà affrontato il Bilancio di previsione per il 2014. In conclusione del dibattito in comma comunicazioni il presidente della Commissione, Marino Riccardi, ha preso quindi l’impegno di organizzare un incontro con l’omologa Commissione esteri italiana, raccogliendo gli appelli dei commissari.

E’ seguito il comma su nomine e revoche di diplomatici e la presa d’atto dello stabilimento delle relazioni diplomatiche con tre Stati: Repubblica federale e democratica di Etiopia, Repubblica di Honduras e lo Stato del Kuwait.

La Commissione ha quindi preso atto di una serie di accordi: – Accordo sull’abolizione del visto di ingresso per ragioni turistiche tra Repubblica di San Marino e Repubblica orientale dell’Uruguay; – Protocollo n.16 alla Convenzione di salvaguardia dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali del Consiglio d’Europa;- Accordo con la Repubblica Ellenica per evitare le doppie imposizioni; – Accordo di collaborazione tra la Repubblica di San Marino e la Regione Emilia Romagna, del 10 giugno 2013.

Ci si è soffermati a lungo al comma 10, relativo alla concessione di permessi parentali e residenze anagrafiche. Infine, ultimo comma all’ordine del giorno, la Mozione derivata dall’interpellanza di Civico 10 sullo stanziamento in bilancio previsti per le tre forze dell’Ordine.

Al termine del relativo dibattito, l’Aula approva all’unanimità un ordine del giorno presentato dai commissari di opposizione, concordato con la maggioranza, per impegnare l’esecutivo “a riferire in maniera dettagliata entro una seduta del mese di febbraio 2014 della commissione in merito alle politiche in materia di contrasto all’illegalità”, tra cui sulla riorganizzazione delle forze dell’ordine, la promozione della formazione del personale, l’attuazione dell’Accordo di cooperazione con l’Italia per la prevenzione e la repressione della criminalità.

 

Comunicazioni

Pasquale Valentini, segretario di Stato per gli Affari esteri: “Ho due comunicazioni da fare, la prima la sottoscrizione da parte dell’ambasciatore non residente del Perù di una dichiarazione congiunta sul rafforzamento dei rapporti bilaterali tra i due governi. La seconda, relativa all’accordo siglato tra la Repubblica di San Marino e la Regione Marche per lo smaltimento dei rifiuti speciali, avvenuto il 28 maggio scorso tra il sottoscritto e l’assessore all’Ambiente Donati”.

Gian Matteo Zeppa, Rete

Alessandro Mancini, Ps

Marino Riccardi, presidente

Gian Franco Terenzi, Pdcs

Antonella Mularoni, Ap

Marco Podeschi, Upr

Andrea Belluzzi, Psd

Federico Pedini Amati, Ps

 

Comma 2. Nomine e revoche di rappresentanti diplomatici e consolari.

Pasquale Valentini, segretario di Stato per gli Affari esteri: “Segnalo due revoche legate all’esaurimento degli incarichi dei consoli a disposizione. Quindi non è stato rinnovato l’incarico a  Tarcisio Arzilli e a Bruno Dotta, entrambi a scadenza”.

Antonella Mularoni, Ap

Marco Podeschi, Upr

Andrea Belluzzi, Psd:

 

Comma 11. Mozione derivante dalla trasformazione dell’interpellanza presentata dal consigliere Andrea Zafferani, C10, per chiarimenti sull’iter di destinazione degli stanziamenti a bilancio previsti per i corpi di Polizia civile, Gendarmeria e Guardia di rocca e per appurare se i corpi abbiano palesato al governo esigenze rispetto al personale, ai mezzi e alla strumentazione in dotazione, nonché quali siano le intenzioni del governo in merito.

Andrea Zafferani, C10

Marco Podeschi, Upr

Gian Matteo Zeppa, Rete

Pasquale Valentini, segretario di Stato per gli Affari esteri

Antonella Mularoni, Ap

 

Marco Podeschi, Upr dà
lettura dell’Odg sottoscritto dalle forze di opposizione
:

La Commissione affari
esteri (…) impegna il congresso di Stato a riferire in maniera
dettagliata entro una seduta del mese di febbraio 2014 della
commissione in merito alle politiche in materia di contrasto
all’illegalità, e in particolare: – alle modifiche legislative che
si intendono porre in essere per rendere le forze dell’ordine e in
generale il nostro sistema giudiziario maggiormente capace di
individuare, prevenire e contrastare e punire i reati, sia riguardo
alla cosìdetta microcriminalità, sia rispetto al tema della
criminalità organizzata, dei reati finanziari e del riciclaggio; – a
quali politiche si intendano porre in essere per accrescere le
dotazioni tecnologiche e strumentali delle nostre forze dell’ordine
allo scopo di raggiungere le finalità cui sopra, con particolare
riguardo al tema delle intercettazioni telefoniche,
all’informatizzazione dei corpi, all’interazione fra le nostre
centrali operative e quelle esterne al territorio, all’installazione
di telecamere i confine, al rinnovo del parco automezzi,
all’adeguatezza delle sedi dei corpi; – a come si intenda promuovere
e realizzare la formazione del personale all’interno e all’esterno
della Repubblica, rispetto alla nuove necessità e alla mutata
complessità dei reati da perseguire, e a come e in che tempi si
intenda mettere a disposizione personale adeguato, in numero e
competenza, a funzioni chiave come quello di Polizia giudiziaria,
protezione civile, polizia postle ecc..; – a come e in che tempi si
intenda mettere in pratica ed utilizzare l’accordo di cooperazione
per la prevenzione e la repressione della criminalità recentemente
sottoscritto con l’Italia (…); – a quali scelte strategiche intenda
compiere il governo rispetto alla riorganizzazione dei corpi di
polizia (…)

Odg approvato all’unanimità

 

Leggi il resoconto Agenzia Dire

 


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy