San Marino. Consiglio Grande e Generale. 9 giugno 2014. Seduta notturna. Agenzia dire

CONSIGLIO GRANDE E
GENERALE 9 GIUGNO

LUNEDI’ 9 GIUGNO-
notturno

Con 33 voti contrari e 21
favorevoli la mozione di sfiducia di 13 consiglieri di minoranza nei confronti
del segretario di Stato per la Sanità è stata respinta al termine dei lavori
consiliari di ieri notte. Non sono bastati quindi i sì dei gruppi
sottoscrittori della mozione, quindi Rete, C10, Su, più l’indipendente Luca
Lazzari, cui si sono aggiunti quelli di Upr e Ps, per costringere il segretario
Francesco Mussoni a reiterare le sue dimissioni dal congresso di Stato. La
maggioranza ha infatti votato compatta per bocciare la mozione. La sua
votazione è seguita a un dibattito cui hanno partecipato i capigruppo di tutte
le forze consiliari, più i consiglieri indipendenti e due segretari di Stato,
lo stesso Mussoni e Claudio Felici, segretario di Stato per le Finanze.

[Resoconto Agenzia DIRE]

Di seguito una sintesi
del dibattito in seduta notturna:

Mozione di sfiducia
presentata da 13 Consiglieri nei confronti del segretario di Stato per la
Sanità e Sicurezza Sociale, Famiglia, Previdenza e Programmazione Economica,
Francesco Mussoni

Gian Matteo Zeppa, Rete

Luca Lazzari, Su

Denise Bronzetti,
Indipendente

Roberto Ciavatta, Rete

Andrea Zafferani, C10

Francesca Michelotti, Su

Nicola Renzi, Ap

Marco Podeschi, Upr

Paride Andreoli, Ps

Luigi Mazza, Pdcs

Stefano Macina, Psd

Claudio Felici,
segretario di Stato per le Finanze

Francesco Mussoni,
segretario di Stato per la Sanità

San Marino, 9 giugno 2014/03


 

 

 

 

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy