San Marino, contestazione alla Reggenza. Matteo Zeppa risponde a Lonfernini (Pdcs)

Matteo Zeppa, presente alla contestazione pubblica andata in scena il 1° Ottobre durante l’ingresso dei nuovi Capitani Reggenti Gabriele
Gatti e Matteo Fiorini
al posto di Maria
Luisa Berti  e Filippo Tamagnini
, risponde alle dichiarazioni di Teodoro Lonfernini (Pdcs).

Le pare che la Politica che Lei rappresenta sia “rispettosa”? Le
pare “rispettoso” che circa un anno fa, una Istanza d’Arengo con voto palese,
fosse passata e (porca miseria) capendo che non potendo avere più avere più le
Sedute Segrete, si decise, andando contro le regole consiliari, di rifarla con
una votazione segreta? Ricorda quando ci accoglieste il giorno dopo con tutti i
capigruppo? Ricorda quello che Lei disse? Io si, ed anche coloro che erano lì.
Ricorda il Referendum sui Terreni? Ricorderà di certo ciò che espresse il
popolo IN MANIERA ASSOLUTAMENTE CIVILE alle urne vero? E ricorda ancora i vari
tentativi fatti per bypassare in aula Consigliare quell’esito? Dove è ubicato
in quel contesto il termine “rispettoso”?
Ricorda il Referendum sulla possibilità di richiedere alla popolazione se fosse
pronta per una entrata in Europa? Ricorda di certo che in maniera del tutto
“rispettosa” fu CANCELLATO, poiché la Politica che Lei rappresenta, decise che la Cittadinanza non potè
nemmeno esprimersi su esso. Ed il “rispetto” per coloro che fecero parte del
Comitato per la raccolta delle firme dove è posto? 

Leggi la lettera di Matteo Zeppa

Leggi la
protesta
degli indignati

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy