San Marino. Controversia eredi Fantini – Carisp. Patrizia Cupo, Corriere Romagna San Marino

Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino: L’eredità di un grande della finanza. Secondo la vedova dell’ex amministratore delegato di Carisp i soldi sarebbero stati investiti a sua insaputa. Il ricorso ha riaperto l’istruttoria / “Spariti” 3 milioni della moglie di Fantini / La signora ha denunciato la finanziaria Carifin

“Spariti” oltre tre milioni di euro, la moglie dell’ex amministratore di Carisp Mario
Fantini
  denuncia la finanziaria Carifin per appropriazione indebita. La querela risale a pochi giorni dopo la scomparsa del noto banchiere, morto nel marzo scorso per le complicazioni dovute a un’ischemia. La moglie Ofelia Sartini aveva depositato un conto corrente intestato a suo nome alla finanziaria della Cassa, la Carifin appunto. Stando alle accuse mosse, i soldi sarebbero stati usati per l’acquisto di azioni di istituti esteri. Un’azione, questa della compravendita, di cui sarebbe stata all’oscuro l’anziana signora. Ma della quale sarebbe stato informato lo stesso Fantini, si difende Carifin. Fatto sta che, dopo il giuramento di calunnia, il fascicolo è passato nelle mani del commissario della legge Manlio Marsili che, interrogati i vertici di Carifin, ha disposto l’archiviazione dell’indagine. La consorte di Fantini, rappresentata dall’avvocato Maria Selva, ha però presentato ricorso alla decisione: il giudice d’appello David Brunelli le ha dato ragione, rispedendo il tutto in fase istruttoria. Il fascicolo è ora nelle mani del magistrato inquirente Laura Di Bona. Non è detto che non venga sentita a breve la signora Sartini che, rivelano le carte, in quel conto vantava depositi milionari: una cifra, quella che sarebbe stata investita senza il suo bene placet, che supererebbe i tre milioni di euro

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy