San Marino. Crediti deteriorati: via dalle banche per operare con piu’ serenita’. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di Sa Marino: Gestione crediti deteriorati, spunta l’idea di una bad Company / L’ipotesi lanciata la settimana scorsa in conferenza stampa dal capogruppo dc Mazza: “Il sistema finora si è salvato dall’interno e nessun risparmiatore ha perso un Euro” / La proposta sarebbe quella di togliere dai bilanci delle banche i crediti dubbi per farle poi operare con maggiore serenità e affidarli ad un altro ente per il possibile recupero

 

SAN MARINO. La questione dei crediti a rischio,
i non performing loans (Npl), è
una delle emergenze più impellenti.
La settimana scorsa lo ha
rilevato anche la Dc nella conferenza
stampa che ha rubato la
scena per un giorno, l’antivigilia
della serata in cui si presentavano
nome e simbolo della lista unica,
alla Costituente riformista.
Le considerazioni di Via delle
Scalette, peraltro, sono arrivate
nella stessa settimana in cui Rete
e gli altri sui non performing loans
hanno organizzato una serata
illustrativa. Eppure di crediti deteriorati
si parla da un po’.
(…)
Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23
Anche Banca Carim ha ceduto 35mln di Euro di non performing loans
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy