San Marino e residenze fittizie. Oltre Dogana sanno leggere

In questi giorni fra i tanti siluri che piovono sulla Repubblica di San Marino c’è quello delle residenze fittizie. Si è arrivati ad addossarne alla Repubblica perfino 8095.

Per il Tg1, in un servizio sull’argomento, San Marino è stato presentato come Paese simbolo dei paradisi fiscali.

Questa volta i governanti sammarinesi hanno provato a reagire. E con successo. Non tanto perché hanno prodotto, in contrapposizione, numeri statisticamente meglio fondati. Hanno ricordato che è stato varato già nel maggio scorso un censimento allo scopo precipuo di mettere sotto controllo proprio detto fenomeno. Una prova, questa, che ha finito per convincere, nei giorni scorsi, della buona volontà del governo sammarinese, anche giornalisti di testate importanti.
Fra questi
Gabriele Frontoni di Italia Oggi. Il quale Frontoni, a giudicare da quanto scrive in data odierna, pare averci quasi ripensato. O, meglio, è andato alla fonte.
Insomma Frontoni si è premurato di tirare fuori la legge sul censimento. Ed ha ‘scoperto’ che detta legge contiene un articolo (precisamente l’art.6) che escluderebbe che le informazioni raccolte attraverso il censimento stesso possano essere rese pubbliche e, ancor peggio, utilizzate ad uso fiscale.

Insomma Frontoni dubita che dal censimento sammarinese emergano elementi utili per combattere l’evasione fiscale in Italia, come in un primo momento – solo in Italia? – era stato inteso.
Vedi articolo di Gabriele Frontoni

Previsioni meteo San
Marino
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy