San Marino, elezioni. Acquisto di spazi sui media: la scoperta dell’ovvio. La Tribuna Sammarinese

La Tribuna Sammarinese: Il Segretario agli interni: “qualche giornale racconta come verità anche ciò che verità non è” /
Valeria Ciavatta: Gli spot elettorali sulla stampa vanno regolamentati / Sono vietati atti
clientelari, come
pagare viaggi e
cene, fare regali
e promesse che si
configurano come
voto di scambio,
così come è vietato
qualsiasi atto che
possa configurarsi
come corruttivo

 Le testate sammarinesi
offrono spazi a pagamento
per i candidati
e c’è chi, tra gli stessi professionisti
della stampa,
pone l’interrogatorio se
sia lecito o meno farlo.
Valeria Ciavatta, segretario
di Stato per gli Affari
interni, mette ordine
alla faccenda chiarendo
l’ovvio, ma non scontato
a quanto pare, ovvero
che “i partiti- scrive
in una nota- possono
spendere soldi per la
propaganda sui giornali,
sui muri e altri spazi
consentiti, promuovendo
il proprio simbolo
e programma, oppure
i propri candidati”
. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy