San Marino. Emergenza rifiuti, Rete: ‘qualcuno deve pagare!’

Il movimento Rete avverte la popolazione sammarinese che ci troviamo in piena emergenza rifiuti. Questo fatto deriva anche dalla conseguenza che a San Marino un piano rifiuti latita da parecchi anni. Ora, inoltre, aggiunge il movimento, pare che “in ottemperanza ad una direttiva europea, nessuna discarica italiana possa ricevere i rifiuti sammarinesi, perché tali rifiuti non sono debitamente pretrattati”.

Perché si è aspettata l’emergenza, con i rischi connessi allo stoccaggio dei rifiuti a San Giovanni o chissà dove? Di chi è la responsabilità? Chi ha interessi a creare l’emergenza invece di risolvere le situazioni nei tempi debiti? Abbiamo testimonianze secondo cui ci sarebbero capannoni dell’igiene urbana già colmi di immondizia!

Se l’emergenza dovrà comportare aumenti della spesa di trattamento dei rifiuti, chi pagherà la differenza? Dato che da tempo ci si sarebbe potuti adeguare, è evidente che ci sono responsabilità gravi!

Leggi Comunicato, Movimento R.E.T.E.
Rinnovamento Equità Trasparenza Ecosostenibilità


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy