San Marino. Filibustieri della finanza, tranquilli. Felici assicura

Il filibustieri della finanza che nella Repubblica di San Marino hanno succhiato – e stanno ancora succhiando? –  a gogò dall’erario dello Stato  possono stare tranquilli.
Il Segretario di Stato alle Finanze, Claudio Felici, ha promesso ieri in Consiglio Grande e Generale che “nominerà celermente la figura di un Osservatore”  non già per il recupero  dei crediti  erogati ma – solito abituale gioco di parole –  per la “la verifica del recupero crediti“.
Dimenticandosi del tutto che aveva promesso l’avvio di azioni di responsabilità.

Non ha agito così anche verso i  ‘ritardatari’ della monofase? Sui giornali era stato scritto: Felici non fa sconti. Poi ha  secretato le risultanze (20 dicembre 2013) anche della commissione amministrativa.

Non ha agito così anche per la emersione dei beneficiari effettivi dei soggetti finanziari?  Aveva detto a gennaio 2013: “Sarà cura del nostro lavoro prossimo“. Poi ha sfoderato il gioco delle tre carte. Infine ha occultato definitivamente.

Gioco delle tre carte ripetuto per la monofase, e che ripeterà, visto l’annuncio di ieri in Consiglio, per la sorcofagazione delle banche.

 

Proibito
parlarne
.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy