San Marino. Frode carosello? Qui non occorre per evadere l’Iva (Monofase)

Altrove,  si sa, il sistema più diffuso per evadere l’Iva è la frode carosello.

La frode carosello richiede una complessa organizzazione  fatta di società fantasma intestate a prestanomi che non hanno nulla da perdere e deve disporre di specialisti nel far  girare le carte  fra  un certo numero di Paesi.

A San Marino, no.

A San Marino è tutto più facile.

A San Marino la Monofase (cioè l’equivalente dell’Iva), basta semplicemente non pagarla. Punto e basta. Più semplice di così?

Un certo numero di  soggetti   – persone giuridiche e, forse, anche persone fisiche – hanno seguito questa strada.

In quanti?

Non si sa. Si sa  l’ammontare complessivo del mancato versamento: 170
milioni di euro
.  Come dire che ogni sammarinese – neonati compresi –  ha frodato il proprio fisco per euro 5300
euro

Un fatto da Guinness dei primati.

Sia il precedente Segretario alle Finanze, ora agli Esteri, Pasquale
Valentini
,  sia l’attuale, Claudio
Felici
,  non paiono avvertire il dovere di recuperare da subito e con ogni mezzo  il mancato introito, dato che fanno  parte di un governo che è costretto a racimolare  risorse con nuove imposte (esempio patrimoniale) o imboccando la strada sciagurata  del debito pubblico (accordo Rothschild).

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy