San Marino. Fuochi d’artificio e sistema pensionistico tengono banco in Consiglio

I lavori del Consiglio Grande e Generale ripartono dal Comma numero 2, dedicato alle Istanze d’Arengo. Bocciata la numero 8, che chiedeva la possibilità di “utilizzare il Teatro Titano anche quale sala cinematografica”.

Via libera invece all’Istanza d’Arengo numero 10, che porta all’introduzione del “divieto di utilizzare fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e ogni artificio pirotecnico, fatta eventualmente eccezione per le feste nazionali di commemorazione della Repubblica”. Bocciata infine la n.14, per “l’abolizione dei minimi figurativi previsti con riferimento ai lavoratori autonomi”. Su questo tema in particolare si apre il dibattito che coinvolge maggioranza e opposizione.

Leggi il resoconto di Agenzia Dire

Sono intervenuti

Segretario di Stato Marco Gatti

Stefano Giualinelli (Pdcs)

Emanuele Santi (Rete)

Andrea Zafferani (Rf)

Alessandro Cardelli (Pdcs)

Vladimiro Selva (Libera)

Sara Conti (Rf)

Francesco Biordi (Pdcs)

Segretario di Stato Luca Beccari

Nicola Renzi (Rf)

Andea Zafferani (Rf)

Marika Montemaggi (Libera)

Paolo Rondelli (Rete)

Segretario di Stato Luca Beccari

Nicola Renzi (Rf)

Segretario di Stato Luca Beccari

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy