“San Marino deve essere un Paese sempre più inclusivo”. La Csd Onu incontra Segreteria di Stato e Dg ISS

La Presidente della Commissione CSD ONU Patrizia Gallo ha incontrato, nei giorni scorsi, la Segreteria di Stato per la Sanità, rappresentata dal Segretario Particolare Dott. Christian Ferrari, ed il Direttore Generale dell’Istituto per la Sicurezza Sociale, Dott. Francesco Bevere.

“Un incontro – commenta la Commissione CSD ONU – che testimonia la volontà dei partecipanti a realizzare piani di azione, strategie e collaborazioni che possano portare tutte ad unico obiettivo: aiutare San Marino a realizzare un eccellente Servizio per la Disabilità ed essere un Paese sempre più inclusivo.

Un confronto proficuo, nella sede della Segreteria di Stato, durante il quale sono stati affrontati diversi argomenti ed esternate diverse proposte tra cui: estendere il contrassegno parcheggio per disabili anche ai disabili intellettivi; adottare un decalogo, con tutte le criticità evidenziate dalle associazioni di riferimento, al fine di collaborare per individuare possibili soluzioni ai problemi rilevati; ripristinare il servizio di odontoiatria per persone svantaggiate (disabili ed anziani)”.

I presenti si sono confrontati approfonditamente circa i passi da seguire per imprimere una forte spinta alla collaborazione e all’attuazione dei punti sopracitati.

“La Presidente Patrizia Gallo – prosegue la nota – ha evidenziato la necessità improcrastinabile di revisionare e aggiornare i vari riferimenti di legge inerenti al rilascio del contrassegno di circolazione e parcheggio per invalidi, a causa delle diverse segnalazioni ricevute della diversità di trattamento tra persone con disabilità motoria e disabilità intellettiva.
Gli impegni sottoscritti attraverso la ratifica della Convenzione ONU sui Diritti delle persone con disabilità prescrivono infatti come necessario eliminare ogni diversità di trattamento tra individui, nonché tutelare e promuovere i pieni diritti di tutte le persone con disabilità.
A tal riguardo, il Dott. Bevere ha accolto e dato piena disponibilità a raggiungere una soluzione adeguata e a rimuovere qualsiasi forma di eventuale discriminazione.

Per quanto riguarda la questione delle cure odontoiatriche, per le persone svantaggiate ed in particolare in caso di urgenza, il DG ISS è impegnato a ripristinare il servizio di odontoiatria all’interno dell’Ospedale di Stato.

Infine, la Commissione CSD ONU, ha ritenuto indispensabile rimarcare la necessità di una pronta risposta alla problematica, sorta già da tempo, in merito alla difficoltà di effettuare prestazioni odontoiatriche d’urgenza ai pazienti con vulnerabilità sociale e sanitaria, per conto di enti pubblici e/o privati.

La Commissione ha richiesto maggiori informazioni sul progetto dell’ambulatorio mobile odontoiatrico per fornire risposte alle associazioni di riferimento ed eventualmente richiedere il supporto del Comitato Esecutivo ISS al fine di indicare una soluzione alla criticità.

Il confronto si è svolto in un clima di serena cooperazione, con l’intento di proseguire le collaborazioni già in atto considerate molto soddisfacenti e perseguire la valutazione delle azioni volte al raggiungimento di soluzioni alle criticità ancora presenti, per una piena realizzazione dei principi dettati dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità” conclude la nota.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy