San Marino. Indagine per riciclaggio, gli avvocati chiedono il dissequestro per oltre 1,4 milioni

Indagine per riciclaggio, i legali chiedono il dissequestro di oltre un milione di euro

ANTONIO FABBRI – Indagine per riciclaggio per oltre 1,4 milioni di euro, ritenuti frutto di associazione a delinquere, reati contro il patrimonio, tra cui reati fallimentari e tributari. Il caso è finito ieri davanti al giudice di terza istanza penale, Oliviero Mazza, perché i legali dell’indagato, gli avvocati Alessandro Cardelli ed Emanuele Amati, hanno chiesto la revoca del sequestro delle somme. La vicenda era stata già esaminata dal giudice di terza istanza, sempre in ordine alla richiesta di revoca del sequestro. È stata tuttavia riproposta nella stessa sede perché le difese ritengono che sia intervenuta, nel frattempo, una pronuncia dello stesso giudice che muterebbe la giurisprudenza in merito appunto al sequestro. Non è d’accordo con questa lettura il procuratore del fisco Giorgia Ugolini, che ha invece contestato l’ammissibilità del ricorso, sottolineando, tra l’altro, la sussistenza del fumus commissi delicti e del periculum in mora che sono alla base dei provvedimenti di sequestro. (…)

Articolo tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy