San Marino. La CDLS: misure antideficit non a senso unico

La manovra economica preoccupa il Sindacato e preoccupa in particolare la scelta dell’Esecutivo di ‘imboccare la scorciatoia dei decreti, con il rischio di spezzettare e sbilanciare la manovra economica solo a danno delle fasce più deboli’.

Il confederale CDLS torna a ribadire con forza che la ‘crisi la devono pagare tutti’ e per questo critica ‘il mancato inserimento nella manovra di interventi come la tassazione degli appartamenti sfitti o l’introduzione di una exit-tax allo scopo di frenare l’uscita di gruppi imprenditoriali e finanziari’.

Forti perplessità anche sulla decisione di tagliare del 2% la monofase:’Non è affatto automatico che questo taglio fiscale si traduca in un abbassamento dei prezzi dei prodotti di largo consumo’. Per questo ‘sono necessari precisi vincoli affinché quel 2% non rimanga tutto nelle tasche degli operatori economici ma arrivi anche alla famiglie’.

Leggi comunicato

CDLS

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy