San Marino. La SMaC cambia pelle: ecco la nuova veste grafica

“La nuova versione della San Marino Card (SMaC), evoluzione della tessera sconto sammarinese nata nel 2008, verrà introdotta nei prossimi mesi con una nuova veste grafica curata da quattro studenti dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino grazie a un concorso realizzato in collaborazione con la Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio”.

Ad annunciarlo un comunicato stampa. “Immagine, logo, sito web, app, cornice delle campagne promozionali e non solo, incluse le nuove tessere realizzate in materiale ecosostenibile, sono stati infatti definiti da un gruppo di iscritti al corso di laurea magistrale in Design, selezionati fra gli autori di 25 diversi progetti, per un totale di 45 studenti coinvolti.

Andrea Ingrando, Salvo Pitingaro, Barbara Merlino e Alessandro Ricciardo, primi classificati, sono stati premiati questa mattina dal Segretario di Stato per le Finanze, Marco Gatti, nell’Aula Magna ‘Fausta Morganti’ della sede universitaria dell’Antico Monastero di Santa Chiara, nel centro storico, durante una cerimonia che ha visto inoltre presentati e apprezzati i lavori che hanno ottenuto il secondo e terzo posto, oltre a due menzioni d’onore.

I vincitori, selezionati da una giuria di sei figure che ha raccolto accademici, rappresentanti della Segreteria di Stato per le Finanze e professionisti, hanno elaborato la nuova identità grafica tenendo conto delle “caratteristiche peculiari del servizio” e valorizzando i concetti “di sconto, risparmio e circolarità”, evidenziati nell’uso di determinati elementi grafici.

“È stata una sfida interessante – hanno commentato – anche perché usiamo la SMaC tutti i giorni. L’obiettivo era darle una veste giovanile e fresca, senza stravolgerla”. Il messaggio comprende quindi “il ritorno di una convenienza non solo economica ma che si ripercuote sul benessere e l’interesse di ognuno: esercenti, utenti e organi statali”.

Soddisfatto il direttore del corso di laurea magistrale in Design, Massimo Brignoni: “Oltre a essere un’iniziativa che risponde alla terza missione dell’Ateneo, rivolta alle collaborazioni e ai progetti realizzati per il territorio, questo è stato indubbiamente il concorso più partecipato nella storia del nostro percorso di studi”.

Il Segretario di Stato per le Finanze, Marco Gatti, intervenuto durante la presentazione ha dichiarato come “la volontà era quella di realizzare una nuova SMaC in grado di fornire servizi più digitalizzati e innovativi, quindi più adeguata alle esigenze dei consumatori attuali. Tra le principali novità ci sarà infatti la possibilità di eseguire, tramite applicativo, pagamenti direttamente dal proprio smartphone. La nuova carta sarà realizzata in materiale completamente riciclabile, con un’attenzione speciale all’ambiente. Abbiamo pensato per questo processo innovativo di valorizzare le risorse dell’Università e avviare assieme a loro il progetto per dare una nuova veste alla SMaC, più fresca e giovanile”.

“Non ci aspettavamo che questa sfida sarebbe stata colta da tanti studenti. Abbiamo dovuto scegliere tra tanti progetti, tutti meritevoli, e non è stato semplice individuare il vincitore. Voglio quindi ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al concorso, auspico presto di poter intraprendere anche nuove collaborazioni tra il Governo e più specificatamente tra la mia Segreteria di Stato e l’Università”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy