San Marino. L’avv. Livio Bacciocchi risponde a Banca di San Marino

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’avv. Livio Bacciocchi

Serravalle (RSM), 16 gennaio 2023

Ho appreso con piacevole stupore che Banca di San Marino ha dato valore al contenuto della mia lettera del 09 gennaio u.s., tanto da fornirvi pubblico riscontro.
Tralasciando tutte le inesattezze in esso contenute, mi rende davvero lieto notare che, finalmente, Banca di San Marino riconosce l’esistenza dell’ “Accordo Quadro” tra noi intercorso in data 5 aprile 2011. La stessa afferma infatti che: “nessun timore sorge dalla produzione in atti precedenti come l’Accordo Quadro, che certifica le legittime ragioni del Gruppo Banca di San Marino”.
Quello che mi chiedo io, allora, è questo: se Banca di San Marino è così sicura che con il corretto adempimento di quanto previsto nell’Accordo Quadro, essa stessa risulterà creditrice nei miei confronti, perché, invece di continuare ad agire in Tribunale, non acconsente all’instaurazione del giudizio arbitrale così come previsto dall’art. 41 dell’Accordo stesso?
D’altra parte, la mia richiesta è sempre stata – ed è tuttora – quella di sedersi attorno ad un tavolo e fare i conti, dando esecuzione alle operazioni concordate.
E alla fine, chi dovrà avere, avrà.
Piacerebbe anche a me poter tornare a dire che Banca di San Marino è la banca del territorio, da correntista n. 529 che sono stato.

Livio Bacciocchi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy