Nuovi oftalmoscopio e test di Lang per la Pediatria di San Marino grazie alla donazione di PFC Studio di Dogana

PFC Studio, centro di fitness di precisione, ha donato oltre 700 € alla Pediatria di San Marino utilizzati per acquistare un oftalmoscopio e il test di Lang che consentirà di valutare con massima precisione eventuali anomalie visive nei bambini.

Questi i commenti dei protagonisti.

PFC Studio: “Quanto è importante la salute? La risposta è semplice: è fondamentale! Quando non c’è la salute, la vita quotidiana diventa difficile, se non addirittura impossibile, da gestire.
Con questa consapevolezza opera PFC Academy, accademia che da anni si occupa di formare trainer qualificati che lavorano al fianco delle persone per aiutarle a ritrovare o a migliorare la propria salute, e di PFC Academy fa parte anche uno studio di Personal Training, PFC STUDIO, che si trova a Dogana di San Marino; chi si rivolge allo STUDIO viene seguito personalmente durante il percorso fino al raggiungimento del suo obiettivo, ottenendo così un corpo sano, forte ed energico.
Proprio perché si è sempre occupata di salute, PFC Studio ha proposto quest’anno una lotteria di beneficenza con lo scopo di raccogliere fondi per il Reparto di Pediatria di San Marino.
Per l’occasione è stata organizzata una simpatica cena di Natale alla quale sono stati invitati tutti coloro che si allenano al centro: imprenditori, liberi professionisti, donne, uomini che hanno capito quanto sia importante prendersi cura del proprio corpo e mantenersi in salute.
E grazie anche alla loro presenza sono stati raccolti i fondi destinati a una nobile causa.
Un ringraziamento particolare va a Sit Group SPA, Pillola Store, Paiardini SRL, Sem Caffè per aver contribuito materialmente a fornire i premi in palio per la lotteria!”

 

Pediatria di San Marino: “La Pediatria di San Marino ha introdotto dal 2021 il Riflesso rosso come screening neonatale in accordo con l’American Academy of Pediatrics.
La prova del Riflesso rosso è essenziale per il precoce riconoscimento di situazioni che potenzialmente mettono in pericolo la visione o la vita, come la cataratta, il glaucoma, il retinoblastoma, le anomalie retiniche, le malattie sistemiche con manifestazioni oculari e forti errori di rifrazione. L’Accademia Americana di Pediatria raccomanda l’esecuzione della prova del Riflesso rosso come una componente nella valutazione dell’occhio nel periodo neonatale e durante tutte le successive visite di controllo dello stato di salute.
La prova del Riflesso rosso utilizza la trasmissione della luce da un oftalmoscopio, attraverso tutte le parti normalmente trasparenti dell’occhio di una persona, incluso lo strato sottile delle lacrime, la cornea, l’umor acqueo, il cristallino e l’umor vitreo. Questa luce, riflessa dal fondo dell’occhio, è trasmessa all’indietro, attraverso i mezzi ottici e attraverso l’apertura dell’oftalmoscopio, fino all’occhio dell’esaminatore. Ogni fattore che impedisca o blocchi queste vie ottiche comporterà un’alterazione del Riflesso rosso.
Un’alterazione del Riflesso rosso può essere dovuta ai seguenti fattori.
– Muco o altri corpi estranei presenti nello strato sottile delle lacrime.
– Opacità corneali.
– Opacità dell’umor acqueo.
– Alterazioni dell’iride che compromettono l’apertura della pupilla.
– Cataratta.
– Opacità del vitreo.
– Alterazioni retiniche, compresi i tumori o i colobomi corio-retinici.
Anche errori gravi o ineguaglianze della rifrazione (che necessitano di occhiali) e lo strabismo possono determinare alterazioni o asimmetrie del Riflesso rosso. Ci possono essere variazioni significative del Riflesso rosso in bambini di differenti etnie e gruppi etnici, in seguito ai differenti livelli di pigmentazione del fondo oculare.

Lo Stereotest di Lang è costituito da una cartolina plastificata in cui il bambino ha la possibilità di osservare delle immagini in rilievo, a patto che possieda una visione normale.
È un test rapido per lo screening di difetti della visione stereoscopica nei bambini. Il test consente una diagnosi precoce. Sono disponibili due versioni del test, che differiscono soltanto riguardo agli oggetti tridimensionali da riconoscere.
Lo Stereotest di Lang non misura l’acuità visiva e non sostituisce un esame oculistico; un risultato negativo indica soltanto la mancanza di visione stereoscopica al momento dell’esame. Viene proposto solitamente dai 2 anni in poi, e talvolta prima, anche se la maggior parte dei bambini è sufficientemente collaborante per eseguirlo dai 30 mesi in poi.
Serve a diagnosticare uno strabismo, oppure (ma con minore efficacia) un’ambliopia, cioè una significativa differenza nella capacità visiva tra i due occhi.

Grazie alla donazione della PFC Academy, oggi riusciremo ad acquistare un altro oftalmoscopio e lo Stereotest di Lang, che ci consentiranno di effettuare il Riflesso rosso e la valutazione della visione stereoscopica nei bambini dai 2 anni in su nei bilanci di salute previsti ed effettuati dalle infermiere della Pediatria con la supervisione del pediatra. In questo modo sarà possibile inviare precocemente i bambini ai colleghi oculisti dell’ISS, qualora si ravvedano anomalie”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy