San Marino. Libera si prepara alla Costituente

Libera si prepara alla Costituente del 13 e 14 novembre al Kursaal

Nascerà un partito “di sinistra e progressista”. Circa 200 delegati, covid permettendo

Il 13 e 14 novembre Libera diventerà partito. L’assemblea costituente della lista nata nelle ultime elezioni si celebrerà al Kursaal.

“Il primo congresso di Libera sarà celebrato al Centro Congressi per ottemperare alle prescrizioni anticovid, con il mantenimento delle istanze di sicurezza e quanto altro previsto dalle prescrizioni sanitarie. Speriamo di poterlo fare in presenza”, dice Roberto Joseph Carlini.

“Il Congresso si articolerà in due giornate: serata del 13 novembre, nella quale è previsto il saluto delle forze politiche, mentre per le forze sociali e datoriali è previsto, causa covid, l’intervento attraverso messaggi scritti. Il giorno successivo l’apertura dei lavori con gli interventi degli esponenti dei principali soggetti di Libera, Ssd, Civico 10 e Res”.

Carlini auspica che il Congresso si possa “celebrare in questi termini, in presenza, diversamente ci attrezzeremo per un’altra modalità. L’intento è comunque di celebrare la costituente di Libera entro la fine dell’anno. In ogni caso daremo molto rilievo alla parte in streaming, per consentire di seguire lavori del Congresso anche attraverso le pagine social”.

Si prevedono, sempre covid permettendo, 150-200 delegati. “Libera nasce dall’aggregazione di tre forze politiche presentatesi alle scorse elezioni come lista unica – ricorda Giulia Muratori – Ora si co- stituirà come un vero e proprio partito dandosi una struttura.

Abbiamo valori condivisi di area di sinistra e centrosinistra, un programma politico chiaro basato sugli obiettivi dell’agen- da 2030. La nostra intenzione è quella di avere, comunque, un programma aperto, già dal Congresso fondativo. Obiettivo è sempre la condivisione con la comunità e la cittadinanza, raccogliendo le istanze, le problematiche riportate per poi approfondirle, analizzarle e trasformarle in azioni politiche concrete. Trasparenza, libertà, diritti, uniti dalla consapevolezza. Libera intende affermar- si come forza politica alternativa, a fronte di un Governo restauratore e schiacciato sugli interessi di parte”.

Gilberto Piermattei elenca i punti fermi di Libera. “Diversi gli elementi principali: economia verde e circolare; lavoro e sviluppo con particolare attenzione ai giovani; Libera per la cultura. Da troppo tempo c’è assenza di cultura in questo paese. L’assetto democratico parte dalle scuole non tutto è dovuto ma conquistato e garantito. Vale ancora di più oggi, laddove i diritti sono messi in secondo piano, dove un odg della maggioranza evoca, anche in questo caso, delle piccole forme dittatoriali. Si è voluto andare a punire chi ha svolto attività politica solo perché avversario. Questo evoca forme di fascismo e crea preoccupazione. Spero, oltre ai componenti Di Libera, che tutti i cittadini se ne rendano conto. Libera sarà un partito di sinistra formato dalle forze progressiste e aperto a queste. Stiamo vivendo una situazione politica con un Consiglio il più a destra degli ultimi anni. E’ preoccupante. Non ci fanno paura i numeri, ma quello che con questi numeri stanno costruendo”, dice Piermattei richiamando anche le azioni sulla magistratura e contro la separazione dei poteri.

Nella costituente, dunque, verranno nominati gli organismi di parito: una direzione, un ufficio di segreteria e ovviamente un segretario politico

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy