San Marino. Nella mattinata, seduta consiliare ancora incentrata sulla Finanziaria 2022

Il Consiglio Grande e Generale va avanti ininterrottamente da ieri notte con l’esame dell’articolato della Finanziaria 2022, in una una seduta ‘non stop’.

Nella sessione di questa mattina, riporta San Marino News Agency, si è giunti all’emendamento di Rf articolo 13-ter “piano di ristrutturazione della sanità” che viene respinto. Si passa ad alcuni articoli ed emendamenti del governo in tema di residenze, su cui il Segretario di Stato per gli Affari esteri, Luca Beccari, anticipa  la presentazione, nei primi mesi del nuovo anno, di un testo che porterà a una semplificazione generale e a una maggiore uniformità della materia. Tra le novità proposte dal governo l’abrogazione della concessione diretta di residenza per motivi economici ai conviventi ‘more uxorio’, preferendo il permesso di soggiorno. Dall’opposizione c’è chi lo ritiene un passo indietro.
L’Aula passa ad esaminare  l’articolo 17 “Attuazione della legge di spesa 11 maggio 2015 n.67”, su cui il governo presenta un emendamento modificativo. Sull’articolo, che contiene un elenco degli interventi infrastrutturali ritenuti strategici – tra cui sono inseriti il nuovo ospedale di Stato, l’asfaltatura della pista dell’Aviosuperficie di Torraccia e il Polo servizi di Valdragone –  si sviluppa un dibattito. Giuseppe Maria Morganti, Libera, boccia l’articolo perché dimostra un “piano di investimenti scarno” e una “mancanza di progettualità”.
Fernando Bindi, Rf, evidenzia i costi dell’asfaltatura della pista di Torraccia, 1,5 mln di euro, a fronte, piuttosto, di un suo allungamento ritenuto più utile. Sempre sull’aeroporto, anche Adele Tonnini di Rete, si interroga sul suo possibile sviluppo.  Per Eva Guidi, Libera, manca “una visione strutturata delle opere finanziate” e in particolare “riteniamo che per il turismo ci possano essere priorità differenti”. Gian Carlo Venturini, Pdcs, punta il dito contro “polemiche strumentali” su progetti “di cui da anni parliamo e mai sono stati attuati, adesso – manda a dire – ci sono le condizioni per farle”. Il Segretario di Stato per il Territorio, Stefano Canti, chiarisce, in riferimento all’intervento previsto per Torraccia, che il passaggio da pista di terra battuta ad asfaltata “consente l’atterraggio di aeri di grado superiori a favore di uno sviluppo turistico ma anche a livello di accise, perché poi quando un aereo atterra ha bisogno di fare rifornimento”.  E ancora: “Procediamo per step – assicura il Segretario – Lo sviluppo successivo sarà ampliare la lunghezza della pista, quindi si passerà allo studio di fattibilità e all’acquisizione delle aree”.  Mentre il polo servizi a Valdragone è “un’opera che può partire – prosegue – perché prevediamo di trasferirci uffici pubblici, ora in affitto a privati al costo di 120 mila euro l’anno, un costo che non avremo più”.  L’articolo 17, emendato dal governo, viene infine accolto.
Segue la presentazione di una serie di emendamenti di Repubblica futura, da “articolo 17 bis” ad “articolo17 terdecies”.  “Abbiamo portato un contributo di idee alla Finanziaria finalizzate all’utilizzo saggio del debito – spiega Andrea Zafferani, Rf – Già abbiamo proposto che il debito fosse destinato tutto a spese per lo sviluppo, proposta che è stata respinta, ma insistiamo su questa necessità”. Tra le idee contenute negli emendamenti: un “pacchetto per le Pmi e per le imprese on-line”, volto ad abbattere i costi di avvio di impresa, da un lato, e a regolarizzare il settore delle vendite di servizi on-line dall’altro; quindi l’introduzione di “incentivi per i consumi in territorio”, attraverso una  quota di deducibilità fiscale  tre volte maggiore alla attuale, l’introduzione di una forma di “cashback”,  e ancora una “fiscalizzazione” delle spese, che porterebbe a un bonus fiscale in euro detraibile dalle tasse. E ancora, negli emendamento di Rf, la riduzione della monofase e l’azzeramento dell’imposta sui servizi; incentivi alla sosta dei turisti con l’erogazione di una cifra, per chi soggiorna nelle strutture alberghiere in territorio, da spendere nel circuito economico sammarinese.  Di tutti gli emendamenti di Repubblica futura, ne viene accolto uno, l’Art.17 duodecies (ex undecies), su “Altre politiche a medio termine”. In sintesi, l’emendamento prevede l’emanazione di decreti che portino a una revisione della legge sul diritto allo studio, per incentivare ‘percorsi tecnici’ e l’accesso alla formazione continua dei lavoratori, per favorire competenze informatiche, linguistiche e digitali. Il Segretario di Stato Andrea Belluzzi dimostra disponibilità all’accoglimento dell’emendamento. Per accordo Rf ritira il “comma c” del testo che infine viene accolto con 27 voti a favore e uno contrario. La seduta si chiude all’articolo 18 che riguarda l’importo stanziato per l’Adunata nazionale degli Alpini Rimini-San Marino, slittata – a causa dell’emergenza sanitaria – al 2022. I lavori riprenderanno nel pomeriggio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy