San Marino, neve. Evidente la necessita’ di un volontariato strutturato

La emergenza neve che sta creando nella Repubblica di San Marino una situazione di  grande difficoltà, ha fatto toccare con mano -i primi ad accorgersi sono stati i  giovani su Facebook- come sarebbe stato importante  poter disporre,  da subito,  di un   servizio civile ben  strutturato.

Si potrebbe ipotizzare   un  servizio civile  aperto a  tutti. Oppure organizzato sulla base di  una specie -scusate l’ossimoro- di ‘volontariato obbligatorio’. Una struttura, ad esempio,  modulata  come  -mutatis mutandis- un esercito svizzero senza armi.

Considerazioni di questo tipo – ma partendo da tutt’altre motivazioni –  erano state svolte in un articolo pubblicato sull’Annuario della Scuola Secondaria Superiore a metà anni Novanta, al termine di una lunga riflessione sul miglior modo per  contrastare la diffusione  delle droga in una società come quella sammarinese, che ancora ha -o si può sperare  che ancora  abbia-  i caratteri  della comunità.

Vedi la  proposta operativa, messa  a conclusione  della riflessione.

Leggi la intera riflessione da cui è scaturita la proposta.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy