San Marino offshore insignificante anche per l’Italia

La Repubblica di San Marino nel panorama dei paradisi fiscali a livello mondiale, è, eventualmente, responsabile per numeri del tutto insignificanti: appena lo 0,15-0,20% del totale dei capitali offshore. Per cui, se ci si attenesse al puro esame del fenomeno, sarebbe del tutto illogica la sua collazione nella grey list del G20. Gioca a sfavore di San Marino la enunciazione del segreto bancario e la non adesione formale, nello scambio delle informazioni, allo standard Ocse 2005 art. 26.

Anche l’accanimento dell’Italia verso San Marino è del tutto privo di vera motivazione, se ci si limita a considerare i numeri. Da un
articolo di Ettore Livini su Repubblica, si deduce che la somma globale trasferita dagli italiani nei paradisi fiscali ammonta a 550 miliardi. Di questi:
– 300 in Svizzera
– 100 in Lussemburgo
– 40 a Monaco
A San Marino la intera raccolta del sistema bancario si aggira sui 14 miliardi. Di questi non più della metà possono essere considerati eventualmente capitali offshore. Ed ammesso – ma non è certo così – che tutti questi miliardi di euro siano di italiani, San Marino inciderebbe sul fenomeno complessivo italiano, al più per l’1,3%.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy