San Marino Oggi. I tre referendum irricevibili per errori formali

San Marino Oggi: Si punta a votare entro fine maggio su abolizione quorum, libera professione medica e abolizione regolamento Fondiss / Referendum, primo stop dai garanti / “Irricevibili” perché le firme sono state depositate in modo non corretto ma i comitati hanno già risolto e ridepositato nuovamente i quesiti

Primo inciampo per le proposte di referendum abrogativi su quorum, libera professione medica e regolamento di Fondiss in materia di previdenza integrativa. I comitati referendari sono caduti sulla raccolta delle 60 firme necessarie per la costituzione dei comitati stessi e ora corrono il rischio di veder rinviare la chiamata alle urne al 2015. Sono stati pubblicati ieri infatti sul bollettino ufficiale di San Marino i decreti reggenziali con cui si prende atto del giudizio di irricevibilità pronunciato dal Collegio garante della costituzionalità delle norme dei tre referendum sostenuti e promossi dai movimenti civici tra cui C10, Rete, Sottomarino, Vedo sento parlo e partecipo e Su.

“Il collegio – spiega Marco Rossi portavoce dei tre comitati referendari – non ha giudicato i quesiti non ammissibili ma irricevibili, cioè non li ha presi in esame perché ha ritenuto che la forma con cui sono state presentate le richieste di costituzione dei comitati non fosse corretta”.  (…) Ma si è già provveduto a correre ai ripari: “In un pomeriggio – spiega – durante i giorni di festa, abbiamo raccolto, questa volta in forma corretta, tutte le firme necessarie e sono già state nuovamente depositate”. Si riparte daccapo quindi, attendendo per la seconda volta il giudizio dei Garanti: “Ci sono 20 giorni di tempo per sapere se i quesiti saranno giudicati ammissibili”, chiarisce Rossi. (…)

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy