San Marino Oggi: riprende – lentamente – la vendita delle armi

San Marino Oggi: Armi, in gendarmeria 100 richieste di acquisto / Per portarsi a casa una pistola, servono 10 giorni /   Tra marzo e aprile, dalla circolare Manganelli all’accordo con l’Italia, tracollo nelle vendite

Armi, già un centinaio di richieste di acquisto da quando San Marino ha chiuso l’accordo con l’Italia. Di queste, il 30% ha ottenuto l’evasione della pratica in un tempo inferiore agli otto giorni. A dirlo, sono i dati sommari raccolti nell’ultimo mese dall’ufficio armi della gendarmeria.

Lo scorso anno, secondo gli ultimi dati forniti da “Armi e tiro”, da San Marino sono uscite circa 5mila armi: 4mila lunghe, e quasi mille corte. Oltre a ben sette milioni di munizioni. Quest’anno, i dati danno tutte altre prospettive: nel periodo tra marzo e agosto scorso, le vendite sono cadute a picco, e poche sono state le cessioni ai clienti italiani, se non quelli avvezzi e già muniti della licenza di importazione. La circolare Manganelli, infatti, imponeva il possesso della licenza per acquistare armi a San Marino: ora, l’accordo, in deroga alla licenza, pone il doppio controllo tra la gendarmeria e la polizia di stato italiana.

 

 


Vignette
di Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy