San Marino. Osservatorio rifiuti, gli ambientalisti sul ‘porta a porta’

I rappresentanti delle associazioni ambientaliste all’interno dell’Osservatorio sulla gestione integrata dei rifiuti, intervengono sul tema della raccolta differenziata ‘porta a porta’, ribadendo che per avere risultati occorre essere decisi ed operativi su tutto il territorio.

Nei prossimi mesi i castelli di San Marino non ancora serviti dalla raccolta differenziata (RD) porta a porta vedranno implementato questo servizio. AASS, che agli inizi di Luglio 2014 aveva scelto la ditta torinese Esper per la redazione di un piano per l’estensione del porta a porta su tutto il territorio, agli inizi di Gennaio 2015 ha firmato il contratto con tale ditta e per quanto ne sappiamo dovrebbe ricevere il progetto indicativamente entro questo mese.

E’ urgente procedere ad una corretta messa in opera del nuovo metodo di raccolta, perché il 27,33% di RD conseguito nel 2014, con un aumento del solo 4,45% in un anno, è assolutamente insufficiente di fronte alla necessità di raggiungere una percentuale superiore al 50% entro la fine del 2015, secondo gli impegni politici intercorsi anche con la Regione Emilia Romagna che ha finora accolto i nostri rifiuti. (…)

Leggi il comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy