San Marino. Paralymphic School Day: Simone Baldini ieri a Chiesanuova, oggi a Borgo Maggiore

SAN MARINO. Prosegue con successo il progetto ‘Paralympic School Day’ promosso dal Comitato Paralimpico Sammarinese.

Si tratta di una proposta educativa che mira a promuovere una diversa cultura riguardo alla disabilità e far conoscere i valori a cui si ispira lo sport paralimpico, in primo luogo alle giovani generazioni e quindi all’interno delle scuole. In particolare per l’anno scolastico 2014-2015 all’iniziativa, inquadrata appunto dentro al programma dell’International Paralympic Committee denominato “Paralympic School Day”, hanno aderito le classi di scuola primaria di cinque plessi (Ca’ Ragni, Chiesanuova, Faetano, Borgo Maggiore e Montegiardino) per un totale di 124 alunni impegnati, testimoni di un’esperienza formativa importante sintetizzata nello slogan “Cambierà il mondo intorno a noi”. 

Dopo la prima tappa, a fine febbraio a Montegiardino, si è tenuto lunedì 20 aprile il secondo incontro, in questo caso alla scuola elementare di Chiesanuova. Testimonial d’eccezione, anche in questo caso, Simone Baldini, 34enne atleta residente a San Marino, che da giovane sportivo come tanti, a soli 16 anni, ha visto improvvisamente cambiare la sua vita: senza nessun avviso, un subdolo virus lo ha attaccato al sistema nervoso e al midollo spinale a livello dorsale fino a fargli perdere l’uso delle gambe.  

Oggi martedì 21 aprile l’incontro con i giovani studenti della scuola di Borgo Maggiore.

[Leggi Comunicato]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy