San Marino, Pier Marino Menicucci? Nessuno ha chiesto la sua testa, Teodoro Lonfernini

Teodoro Lonfernini fa sapere, attraverso i microfoni di Smtv San Marino, che nessuno, nella Democrazia Cristiana ha chiesto la testa di Pier Marino Menicucci  (Corriere Romagna San Marino) come condizione per instaurare una collaborazione con Unione per la Repubblica, in vista delle elezioni dell’11 novembre prossimo. 

Mai parlato di persone, replica il Presidente della Dc. Io e Marco Gatti,
sottolinea, abbiamo fatto presente che la maggioranza del partito è contraria ad
una collaborazione con l’Upr. Menicucci, uscendo dal Patto, ha fatto scelte
diverse poi riproposte con l’Unione per la Repubblica, spiega Teodoro
Lonfernini. E questo, aggiunge, ha generato una diffidenza all’interno della dc
che ancora non è superata. Ma, ripete, non siamo mai scesi sul terreno del
personalismo o abbiamo chiesto passi indietro a qualcuno. Senza l’Upr però è
solo parziale il progetto di riaggregazione del centro a cui il Presidente della
dc guarda da sempre. Ma non smetto di crederci, dichiara. Sono convinto che la
maggioranza dei sammarinese si riconosce nei valori che possiamo
esprimere
.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy