San Marino. Precisazione in merito all’articolo di “Repubblica .sm”

Precisazione della Segreteria di Stato per la Funzione Pubblica in merito all’articolo apparso sul quotidiano
“Repubblica .sm” titolato “Tempi duri. Ma c’è anche chi viene assunto”

Il Segretario di Stato per la Funzione Pubblica Guerrino Zanotti in merito all’articolo apparso sul quotidiano
“Repubblica .sm” “Tempi duri. Ma c’è anche chi viene assunto”a seguito delle verifiche effettuate e in
accordo con la Direzione della Funzione Pubblica precisa quanto segue:
1)In data 17 luglio 2017 veniva bandito concorso pubblico per la copertura di un profilo di ruolo (PDR) di
Esperto Amministrativo (ESPAMMI) presso il Dipartimento Finanze e Bilancio, specificando come alla
graduatoria conseguente al bando si sarebbe attinto per la copertura di ulteriori PDR presso Unità
Organizzative afferenti al Dipartimento medesimo.
2)In data 18 gennaio 2018 e 19 gennaio 2018 venivano espletate le prove scritte ed orali alle quali
partecipavano 7 dei 12 candidati ammessi.
3)In data 25 gennaio 2018, la Commissione procedeva alla valutazione delle prove dei candidati e, il giorno
seguente, alla valutazione dei titoli ed alla stesura della graduatoria finale sulla base della quale il Dott.
Antonio Erario era collocato in prima posizione; la graduatoria stessa veniva, quindi, adottata dal Congresso
di Stato con delibera n. 14 del 19 febbraio 2018 e legittimata dal competente organo di controllo. La
graduatoria è pubblicata, come previsto, presso il Dipartimento Funzione Pubblica e liberamente
consultabile.
Considerato come fosse emersa da parte del Congresso di Stato l’esigenza prioritaria di attivare la funzione
del controllo di gestione sulla spesa pubblica presso il Dipartimento Finanze e Bilancio con la conseguente
copertura di un ulteriore PDR (profilo di ruolo) rispetto a quello posto a concorso e valutato come il vigente
Fabbisogno contemplasse la posizione di Esperto Tecnico (ESPTEC) piuttosto che di Esperto Amministrativo
(ESPAMMI), a causa di un errore di identificazione della posizione, veniva attivata, tramite Accordo fra la
Direzione Generale della Funzione Pubblica e le Organizzazioni Sindacali ai sensi dell’articolo 63, comma 4
della Legge n.188/2011, una posizione di ESPAMMI in rettifica di quella di ESPTEC.
L’incarico, precisa la Direzione della Funzione Pubblica nel suo riferimento, non costituisce assolutamente
una consulenza professionale, bensì rappresenta l’ordinario strumento di assunzione a tempo determinato
presso l’Amministrazione. Tale incarico veniva, ovviamente, conferito al Dott. Antonio Erario che esercitava
l’opzione fra le posizioni interessate da copertura,in quanto primo in graduatoria
Il Segretario di Stato Zanotti e il Direttore della Funzione Pubblica Manuel Canti confermano, senza timore
di smentite, che la trasparenza ed il contenimento della spesa non siano solo enunciate ma concretamente
attuate tramite:
a) la preventiva elaborazione di Piani di Assunzioni pubblicati on line e liberamente conoscibili da tutti, volti
a contemperare, già in fase di programmazione, le innegabili esigenze di turn over nell’Amministrazione e di
acquisizione di nuove professionalità con quelle di contenimento della spesa;
b) la pubblicazione on line di bandi di concorso aperti alla partecipazione di tutti i cittadini e residenti
interessati in possesso dei requisiti;
c) la selezione dei futuri dipendenti pubblici a tempo indeterminato, offrendo interessanti e qualificanti
prospettive lavorative anche ai giovani sammarinesi, attraverso procedure rigorose e complesse espletate
anche alla presenza delle Organizzazioni Sindacali quali garanti della correttezza e parità di trattamento
osservati in tutta la fase di reclutamento.
“Nel ringraziare l’Avvocato Manuel Canti per la puntuale ricostruzione dei fatti concludo questo mia
doverosa precisazione ‐ dichiara il Segretario Zanotti ‐ preannunciando che la Direzione della Funzione
Pubblica ha immediatamente attivato una istruttoria interna in quanto la diffusione del documento
amministrativo riprodotto sul quotidiano “Repubblica .sm” (che non rientra tra i documenti per i quali è
prevista la diffusione indifferenziata ai sensi del Regolamento del 2 dicembre 2015 n.16) costituisce
violazione al codice di condotta (Legge n.141 del 5 Settembre 2014) nonché dei doveri in capo ai pubblici
dipendenti. Ogni commento sul pubblicare notizie riguardanti le persone senza il dovuto approfondimento
le evito in quanto ogni professionista dell’informazione che si ritenga tale spero voglia fare i conti con la
propria coscienza ed etica professionale.”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy