San Marino. Referendum aborto, Csdl: “Votare Sì per uscire dall’ipocrisia”

Ieri sera è andato in onda il consueto appuntamento della Confederazione sammarinese del lavoro, “Csdl Informa” sulla pagina Facebook Cuore Csdl, dedicato esclusivamente al referendum che si terrà domenica 26 settembre.

Lo dice in una nota la Confederazione sammarinese del lavoro, che “ha storicamente a cuore il tema dei diritti civili ed ha voluto esprimere la propria posizione, già nota da tempo e indicata anche negli ultimi documenti congressuali, ovvero il proprio sostegno ad un Sì convinto”.

“Un Sì che si basa principalmente su due dati oggettivi. Il primo è che l’interruzione volontaria della gravidanza è un fenomeno che è esistito, esiste ed esisterà anche dopo il 26 settembre, a prescindere dall’esito della consultazione referendaria – sottolinea il sindacato -. Occorre perciò uscire dall’ipocrisia, visto che vietare, o meglio condannare, l’interruzione volontaria della gravidanza, consiste unicamente nel fatto che questa pratica non venga eseguita a San Marino, ma altrove”.

La Csdl “non può che essere al fianco delle donne che si trovano davanti ad una scelta così difficile, affinché lo possano fare in sicurezza e legalmente nel proprio Stato, invece che di nascosto”.

Il secondo dato oggettivo è che “la politica tutta, nonostante sia stata sollecitata più volte da Istanze d’Arengo e progetti di legge di iniziativa popolare, non ha mai avuto il coraggio di mettere mano ad un argomento tanto divisivo, tant’è che si è giunti ad un referendum propositivo”.

E ancora: “Purtroppo in questa campagna referendaria sono state utilizzati impropriamente immagini e messaggi fuorvianti e questo ci rammarica. La Csdl è convinta che, se dovesse vincere il Sì, come si auspica, non si correrà il rischio che il legislatore legalizzi le situazioni limite poste in evidenza e tanto temute dal comitato contrario e dai suoi sostenitori”.

Il 26 settembre finalmente la Repubblica di San Marino ha l’occasione di allargare la tutela dei diritti civili: non facciamoci scappare questa preziosa opportunità, votiamo Sì al referendum, votiamo per una interruzione volontaria della gravidanza legale e sicura, votiamo per non lasciare più sole le nostre cittadine di fronte ad una scelta tanto difficile”, asserisce infine la Csdl.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy