San Marino. Rete: “Bonifica sito Beccari, create le condizioni per tutelare la salute pubblica”

Era il settembre del 2018 quando un sopralluogo della Polizia Giudiziaria e del Dipartimento tutela ambientale ISS ha portato alla luce, all’interno di un capannone privo di autorizzazione, un vero e proprio deposito abusivo: scarti di vernici, imballaggi, veicoli fuori uso e cumuli di rifiuti diversi, anche pericolosi e infiammabili, miscelati insieme.

Era quello della ex ditta Beccari srl.

Qualche giorno fa, a due anni e mezzo di distanza da quel sopralluogo, hanno avuto inizio i lavori di ripristino dei locali, di messa in sicurezza dell’area e dell’ambiente circostante. Una notizia che certamente ha rassicurato molti cittadini, ma che rappresenta solo il tassello conclusivo di un impegno cominciato dodici mesi or sono quando, a inizio legislatura, il problema del deposito abusivo si è presentato ancora intatto e drammaticamente irrisolto.

Leggi il comunicato integrale

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy