San Marino, sabotaggio dei ripetetitori. Un nome. Patrizia Cupo, Corriere Romagna San Marino

Patrizia Cupo di  Corriere Romagna San Marino: Attacco a Prima. Il titolare: «Anche senza prove certe, ora non si archivi l’inchiesta»  / Sabotaggio dei ripetitori la gendarmeria ha un nome e le immagini dell’autore / Le immagini, se pure sfocate, confermerebbero i dubbi di chi indaga 

SAN MARINO. Sabotaggio ai ripetitori di telefonia della compagnia Prima, ora la gendarmeria ha un nome. Un sospetto, in verità, e alcune immagini sfocate che, seppure rendano impossibile l’identificazione dell’uomo ripreso, confermerebbero i dubbi degli investigatori. «Anche senza prove certe, ora non si archivi l’inchiesta», si appella agli inquirenti l’amministratore delegato della compagnia, Andrea Della Balda: «Dietro quel danneggiamento c’è molto di più». Il fatto risale alla notte tra il 23 e 24 dicembre: tagliati i cavi alle cabine del Nido del Falco e a Montalbo, Torraccia e Faetano, e a rimanere senza linea telefonica e senza internet fu oltre il 60% della clientela di San Marino Telecom Prima.

Ad appena sei mesi dall’apertura di un fascicolo (contro ignoti), la gendarmeria ha inviato al commissario della legge Manlio Marsili il suo rapporto giudiziario. Nel documento, si fa cenno ad alcune immagini registrate da telecamere a circuito chiuso e di come quelle scene immortalassero, nei pressi del luogo del delitto, una persona nei tratti somatici simile alla stessa indicata dai vertici della società come un sospetto. Massimo riserbo sul contenuto del rapporto e sugli altri ipotetici indizi offerti al magistrato, ma ora sarà Marsili a decidere se quei dubbi bastino per far proseguire le indagini o se invece archiviare il fascicolo senza prove schiaccianti a individuare il responsabile. (…) 

 

 

 

 

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy