San Marino. Tangentopoli con camorra

A San Marino, tangentopoli con camorra. E’ quanto emerge dalla relazione della  Commissione  antimafia della Repubblica di San Marino.

Davide Maria De Luca, ilpost.it: La tangentopoli di San Marino

Nella relazione i testimoni sentiti dalla commissione hanno accusato diversi
impiegati pubblici di aver intascato tangenti – da 500 a 1.200 euro – per non
effettuare controlli sulla sicurezza nei cantieri edili. Alcuni politici sono
stati accusati di aver scambiato voti con permessi di costruire e altri favori e
di aver avuto relazioni con la criminalità organizzata. Tra gli altri, sono
stati tirati in ballo anche i due politici più importanti della Repubblica negli
ultimi vent’anni: Fiorenzo Stolfi e Gabriele Gatti, leader rispettivamente del
Partito Socialista e della Democrazia Cristiana, i due partiti che hanno
governato San Marino dal dopoguerra fino a oggi. In particolare la commissione,
nelle conclusioni della sua relazione, ha definito Stolfi il referente politico
dell’inviato della camorra che a San Marino si occupava di gestire il
riciclaggio del denaro sporco, Francesco Vallefuoco (ci torneremo più avanti)
.

Leggi l’intero articolo di Davide Maria De Luca, ilpost.it

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy