San Marino. Tercas acquisi’ di fatto Smib ma non lo comunico’ a Bankitalia. L’Infomazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’Informazione di San Marino: Tercas omise di comunicare a Bankitalia i suoi stretti rapporti con Smib

Tercas acquisì di fatto Smib aggirando l’orientamento non favorevole di Banca d’Italia. Questo quanto emerge dal rapporto degli ispettori di Via Nazionale sull’attività della banca di Teramo. Una relazione nella quale la stessa Bankitalia rileva, invece, che rapporti tra Tercas e Smib c’erano eccome, attraverso soggetti direttamente o indirettamente collegati al
direttore generale di Tercas, Antonio Di Matteo, o alla stessa banca. Un rapporto che vide un flusso di oltre 23 milioni di euro tra il 2005 e il 2011 tra la banca teramana e la sammarinese. Tuttavia rilevano gli ispettori di Banca d’Italia che nei verbali di Tercas non si fa mai menzione della Smib, se non in un caso. Nel verbale del Cda di Tercas del 6 luglio 2011, riferendo della
perquisizione del 30 giugno 2011 disposta dalla procura di Roma in quella banca per l’indagine sul gruppo Di Mario, il presidente del Cda precisa “che in passato Tercas era stata invitata a rilevare una banca con sede nella Repubblica di San Marino, che al riguardo venne avviata un’istruttoria interna, ma che la proposta venne in seguito valutata in termini non favorevoli
e, in conseguenza, abbandonata senza interessare il consiglio”
. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy