San Marino travolto da una Ferrari nera

La Ferrari (nera) targata Repubblica di San Marino, che sul Raccordo Anulare si è messa a speronare  una Fiat Seicento che non le dava strada,  era  guidata – a detta di San Marino Rtv – da un  pregiudicato  con accanto un altro pregiudicato. Sul sedile,  27.500 euro di provenienza da accertare.

Quella Ferrari, in effetti, ha finito per travolgere la Repubblica di San Marino. Sì,  perchè, di fatto,  ha azzerato in una manciata di minuti,  una  credibilità  che, i governanti sammarinesi,  – da mesi? da anni? – vanno cercando di recuperare.

Se c’è una materia di contrasto fra Italia e San Marino su cui l’aborrito – dai governanti del Titano –  Ministro dell’Economia Giulio Tremonti è stato chiarissimo, questa è il commercio di auto  di lusso attraverso San Marino da parte di italiani che vogliono evadere l’Iva e altro. Denuncia fatta  da Tremonti di persona  nell’agosto del 2009  davanti a una selva di microfoni e di  telecamere ed una platea di centinaia di cronisti e con accanto due Segretari di Stato sammarinesi, Antonella Mularoni e Gabriele Gatti

I Segretari di Stato Mularoni e Gatti, nei giorni successivi, dichiararono di non aver reagito, seduta stante,  alle affermazioni  di  Tremonti, perché,  da ritenersi, sostanzialmente, fondate.

Ebbene, da allora che cosa in concreto è stato fatto  a San Marino per eliminare  quella specifica  distorsione alla economia italiana?

 

Previsioni
meteo di N. Montebelli
  

Vignette
di Ranfo

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy