San Marino. Venturini (Territorio): ‘Fotovoltaico al 3% del fabbrisogno nazionale’

Andrea Olimpi, San Marino Oggi: Venturini: con il fotovoltaico produciamo oggi circa il 3% del fabbisogno nazionale / Fotovoltaico: San Marino può brillare di luce propria? / Arzilli: un impresa che investe in energia alternativa è un fiore all’occhiello per il Paese

Affrontiamo l’argomento
approfittando della recente
inaugurazione del più grande impianto
fotovoltaico realizzato a San
Marino e installato sul tetto della
Tonelli S.p.A
.
Abbiamo chiesto al Segretario
di Stato al Territorio, Gian Carlo
Venturini
, la situazione in merito a
questo tipo di energie alternative
nel nostro Paese.
“Dopo la legge del 2008 con il
decreto 2010 e il completamento
degli altri decreti del 2009 abbiamo
modificato e aggiornato la nostra
normativa, che in questi due o tre
anni non aveva dato risposte. Con
la modifica ultima del decreto dello
scorso ottobre, che ha cambiato
un po’ la filosofia di questi impianti
fotovoltaici, sono partiti concretamente
l’interesse da parte sia dei
privati piccoli produttori o singole
abitazioni, sia delle aziende per la
realizzazione impianti più grandi.
A oggi a seguito della nuova normativa
e in questi pochi mesi, sette
otto, di applicazione della stessa,
sono state presentate domande
di autorizzazione per 92 impianti
sotto i 20 Kw e 5 sopra i 20 Kw, di
questi una buona parte sono stati
già autorizzati e installati, gli altri
verranno autorizzati e installati nei
prossimi mesi. In totale portano a
una produzione di energia elettrica
pari a 1,6 Megawatt. Quindi parliamo
di 1.600 Kilowatt ora che non
andiamo ad attingere da fuori”.
Una produzione decisamente
interessante, se si pensa al breve
periodo di applicazione della normativa
e alle possibilità ancora in
essere di ampliarla.
“Abbiamo un piano energetico
nazionale che scade nel 2011
– ci spiega il Segretario Venturini
-, ma abbiamo già dato mandato
all’autorità garante per l’energia di
occupare altro territorio con questo
tipo di impianti”. 

Ma quanta produzione di energia
riesce ad avere oggi San Marino
e riuscirebbe a essere autonoma
per quanto riguarda il consumo
di energia elettrica?

“San Marino in condizioni normali,
quindi escludendo le punte estive
in cui ci si avvale di condizionatori,
consuma circa 30 Megawatt ora,
questo significa che con l’attuale
produzione data dal fotovoltaico
copriamo circa il 3 – 4% del fabbisogno
nazionale. Credo che con
uno sviluppo di queste tecnologie e
favorendo questo tipo di installazioni,
non dico che possiamo arrivare
all’autosufficienza, ma sicuramente
a parametri abbastanza importanti.
Non possiamo pensare di non
acquisire completamente energia
elettrica dall’esterno, ma sicuramente
può essere ridotto sensibilmente
il quantitativo di energia
elettrica che acquistiamo da fuori”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy