Scheda dell’Agenzia delle Entrate su San Marino

L’Informazione di San Marino: Dall’agenzia delle entrate la scheda paese su San Marino / Il Fisco italiano rileva i riconoscimenti internazionali, ma non considera l’accordo contro le doppie imposizioni con Frattini

L’Agenzia delle entrate dirama
una “Scheda Paese” su San Marino.
Ecco come la pensa il fisco
italiano relativamente al Titano.
Emerge un quadro che dà conto
anche dei riconoscimenti internazionali
ottenuti con le recenti
norme.


[…]

Sistema tributario

L’ordinamento tributario di San
Marino comprende imposte sia
dirette sia indirette. L’imposta
generale sul reddito (IGR), introdotta
nel 1984, colpisce sia le
persone fisiche, sia quelle giuridiche.
San Marino non applica
l’IVA, ma un’imposta monofase
sulle importazioni.
Nel 2011, il governo sammarinese
ha presentato un progetto di riforma
onnicomprensiva dell’IGR,
al fine di adeguare l’imposizione
diretta al mutato contesto economico
e internazionale.

Più in generale, nel biennio 2009-
2011 San Marino ha approvato
importanti modifiche alle proprie
norme in materia di segreto bancario,
trasparenza e scambio di
informazioni, con l’obiettivo di
riallineare la normativa nazionale
agli standard internazionali.
Con riferimento alla materia
della cooperazione internazionale
in materia fiscale, nel corso
del 2010 il sistema normativo e
regolamentare sammarinese è
stato oggetto di una peer review
da parte del Global Forum sulla
Trasparenza e lo Scambio di Informazioni
Fiscali. Dopo aver ricevuto
una prima valutazione negativa
da parte del Global Forum,
San Marino ha modificato le sue
leggi come richiesto dall’OCSE
ed è stato ammesso alla seconda
fase della peer review nel mese di
ottobre 2011.

[…]

L’Iva sulle vendite e
sui noleggi di automobili

In forza del Regolamento n. 1
dell’ 8 febbraio 2007, dal 15 febbraio
2007 sono entrate in vigore
nuove norme allo scopo di evitare
l’evasione dell’imposta da parte
degli acquirenti italiani. Gli operatori
sammarinesi possono vendere
automobili in Italia soltanto
mediante emissione di una fattura
comprensiva di IVA. L’unica
eccezione è rappresentata dalle
vendite alle persone giuridiche
sempre che queste vendite non
superino il limite di 150mila euro
ovvero il 15 per cento del fatturato
imponibile dell’anno precedente.
Sono inoltre vietati ai non
residenti i noleggi fino a 36 mesi
e la cessione dei contratti di noleggio
aventi qualunque durata.

[…]

“Dichiarazione
e accertamento”

La dichiarazione deve essere presentata
entro cinque mesi dalla
chiusura del periodo di imposta.
L’atto di accertamento d’ufficio o
in rettifica deve essere emanato
entro il 31 dicembre del secondo
anno successivo a quello di presentazione
della dichiarazione
ovvero entro il terzo anno successivo
se la dichiarazione è stata
omessa o è nulla. I soggetti che
esercitano attività d’impresa o di
lavoro autonomo devono pagare
due acconti d’imposta nel corso
dell’anno.
Nella Repubblica di San Marino
non è attualmente previsto nessun
obbligo di emissione di documenti
a valenza fiscale (scontrini,
ricevute, fatture) nelle transazioni
verso i privati”.

[…]

“Trattati stipulati”


La Convenzione tra la Repubblica
di San Marino e la Repubblica
italiana per evitare le doppie
imposizioni in materia di imposte
sul reddito e per prevenire le
frodi fiscali, firmata a Roma il
21 marzo 2002, non è stata ancora
ratificata. In generale, San
Marino ha sottoscritto 36 accordi
che consentono lo scambio di
informazioni in materia fiscale,
13 Convenzioni contro le doppie
imposizioni e 23 accordi aventi
ad oggetto il solo scambio di informazioni
fiscali (c.d. TIEA). Di
questi, 27 sono in vigore”.

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy