Scudo fiscale, quel ‘rimpatrio’ che tormenta San Marino

Si vanno precisando col passare dei giorni le condizioni per l’accesso al condono fiscale varato dall’Italia verso i cosiddetti paradisi fiscali, fra i quali potrebbe essere inclusa la Repubblica di San Marino.

Primo Ceppellini e Roberto Lugano di IlSole24Ore dopo aver, fra l’altro, elencato puntigliosamente le possibili attività detenute all’estero che potrebbero essere scudate, anch’essi ribadiscono che il rimpatrio è “l’unica modalità possibile per sanare le posizioni relative a paesi che non appartengono all’Unione europea‘, come appunto San Marino.

Ceppellini e Lugano non mancano di osservare che questa del rimpatrio per i Paesi extra Ue costituisce la ‘misura di contrasto più drastica ai paradisi fiscali, dato che impone lo spostamento fisico delle attività e il loro rientro nel territorio dello Stato‘ italiano.

Leggi un estratto dell’articolo di Primo Ceppellini e Roberto Lugano di IlSole24Ore

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy