Slitta di un’altra settimana la risposta di Tremonti a Marchioni

Riceviamo e pubblichiamo

Il Governo ha posto oggi la questione di fiducia sul decreto ‘Milleproroghe’.
“Il Governo pone la fiducia perché non si fida neppure della propria maggioranza” ha commentato Elisa Marchioni, parlamentare del Pd. “Ci sono due conseguenze immediate: la prima è che tutti gli emendamenti sono decaduti; purtroppo, quindi, anche quello che ho proposto per prorogare la franchigia di 8mila euro per i lavoratori frontalieri anche per il prossimo anno. Tornerò a presentarlo nei prossimi provvedimenti, fino alla Finanziaria, e chiederò un impegno preciso del Governo in merito.”
“La seconda conseguenza, prosegue la deputata riminese, è che quando viene posta la fiducia le attività di aula sono ferme fino al voto, e quindi oggi non potrò ricevere la risposta all’interpellanza urgente che ho presentato per chiedere al Governo come intenda affiancarsi ai lavoratori italiani che subiranno la tassa ‘etnica’ in busta paga:
posso prevedere che questo confronto, che si tiene di norma il giovedì, slitti direttamente alla settimana prossima.”
“Si allungano i tempi, ma questo non diluisce anche la determinazione a trovare risposta al disagio dei lavoratori, che invece non possono attendere oltre, conclude la Marchioni. “ieri, intanto, l’audizione del sindacati del CSIL in commissione Affari esteri, si è conclusa positivamente con l’impegno del Presidente Stefani e del collega Narducci, che è vicepresidente, a sollecitare immediatamente un intervento del Ministro Frattini a sostegno dei lavoratori italiani, con il  coinvolgimento anche del Ministro Tremonti. Lavoreremo perché questo avvenga, per sostenere l’economia sana di San Marino e le relazioni positive che legano Italia e San Marino.”
(comunicato stampa)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy