Stipendi pubblici – 5% a San Marino. Una ipotesi

Secondo La Tribuna Sammarinese si starebbe facendo strada nel governo e nella coalizione, Patto per San Marino, che lo sostiene, ‘l’idea di decurtare del 5% lo stipendio dei dipendenti della Pubblica amministrazione.

Non a tutti.

Solo a chi è inserito nel sesto livello e in quelli superiori. L’ipotesi che circolerebbe all’interno del Patto per San Marino andrebbe così a sommarsi alle altre misure previste per i dipendenti pubblici del Titano.

Si tratterebbe, ovviamente, di quanto più ingiusto si possa attuare perché non si colpisce il reddito.
Non si distingue, ad esempio, il caso di una famiglia monoreddito da altri.

Il fatto è che la politica non vuole mettere mano al sistema fiscale perché non vuole toccare i redditi nascosti nella palude delle società i cui reali
beneficiari si nascondono dietro le fiduciarie.

Non vi vuole mettere mano sostenendo, a pretesto, di dover proteggere gli investitori esteri contro il fisco del loro paese d’origine.
Il che, con lo
scambio automatico delle informazioni, non ha più senso.

Di fatto i politici sono disposti ad
affossare il Paese piuttosto che essiccare il

sottobosco politico affaristico che da oltre 20 anni stanno curando, al posto del bene comune.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy