Subito dal San Marino Forum 2008 all’edizione 2009

THE EUROPEAN HOUSE-AMBROSETTI FA IL PUNTO SUL FORUM

ED È GIÀ IMPEGNATO PER L’EDIZIONE 2009

“Il Paese ha l’opportunità di aprire una discussione concreta sui progetti proposti”

“Anche in questo anno di lavoro abbiamo realizzato con impegno un Forum articolato e aperto al mondo, ma allo stesso tempo profondamente radicato nel territorio, per riflettere insieme in merito alla Visione del futuro del Paese ed alle nostre proposte di progettualità e azioni positive. Idee che talvolta sono come scosse, che mettiamo a disposizione per mobilitare tutta la Repubblica, in modo che insieme possa creare il proprio futuro”. Ad una settimana dalla conclusione del San Marino Forum 2008, Valerio De Molli, managing partner di The European House-Ambrosetti, torna senza soluzione di continuità ad incontrarsi con gli Enti promotori per fare il punto sul percorso concluso fino ad ora e lanciare un 2009 che si preannuncia ricco di proposte e spunti di realizzazione concreti. Nell’occasione De Molli ha chiesto alla stampa sammarinese un contributo attivo, aggiungendo che “sarebbe utile e prezioso se da tutto questo riuscisse ad emergere un confronto aperto, nel quale si discutesse magari punto per punto delle proposte avanzate, come il bilinguismo, l’Invest Agency, ma anche l’inadeguatezza del sistema delle telecomunicazioni e la possibilità di creare tutti insieme una ricettività di straordinario livello”.

De Molli ha sottolineato la profondità e la ricchezza dell’intervento attuato, a partire dai tavoli tecnici e dal coinvolgimento attivo di oltre 130 opinion leaders, dallo studio strategico, dall’indagine tra i cittadini, dall’attivazione del Comitato Scientifico, dalla realizzazione di incontri periodici di confronto con le Istituzioni. In particolare De Molli ha voluto sottolineare il valore della collaborazione ricevuta fino ad ora da parte delle forze produttive e da quelle politiche: “San Marino ha un’opportunità storica per lavorare insieme e trasformare in sistema la propria crescita, prendendo spunto dai progetti che abbiamo presentato. La determinazione di tutti i soggetti coinvolti potrà garantirle una distintività diversa dal passato, che la faccia invidiare dall’esterno”.

Della stessa opinione Carlo Giorgi, segretario dell’Anis, che in rappresentanza degli Enti promotori si è complimentato con Ambrosetti “per il lavoro completo e articolato che sta realizzando col San Marino Forum, producendo una ricchezza di materiali che a San Marino non si erano mai visti. Ma, soprattutto, ciò che sembrano suggerirci proprio i casi-Paese che sono stati presentati sino ad ora è che il Paese vince o perde se decide o meno di camminare insieme”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy