Sul nuovo governo

Quel governo non ci piace


Il Gruppo di Coordinamento rilancia la sua azione politica.
Da questo momento si lavora anche per la coalizione


Riunione di lavoro, ieri pomeriggio 21 novembre, nella sede della DC, per il Gruppo di Coordinamento, che ha incentrato il confronto sulle valutazioni politiche di questa lunga fase di crisi.

Non potevano mancare le critiche nei confronti della costituenda maggioranza sul metodo, che ha escluso dalle consultazioni il contatto con il Paese e con le altre forze politiche; ma soprattutto sui tempi, che sono stati lunghissimi, mentre i problemi incalzano.
Il giudizio complessivo non poteva che esprimere forti riserve sul governo; sul modo con cui si è giunti ad individuarlo e sulla formula, perché aveva già fallito; sul programma, che è blindato e che non dà prospettive per nessuno. Un governo che dovrà arrendersi di fronte all’opinione pubblica, prima ancora che sulla spinta delle opposizioni.
Il dato positivo che è emerso dalle diverse valutazioni, è che in questo momento è necessario che si affermi una nuova logica, in parte dovuta alla riforma della legge elettorale e in parte al nuovo tipo di dialettica venutasi a creare all’interno dei partiti, che veda il delinearsi di coalizioni su convergenze sostanziali e su programmi da attuare per dare al Paese quella stabilità di governo, che anche la maggioranza che sta per nascere non sembra in grado di garantire.
Per tale motivo, i rappresentanti di DC, Popolari, AN e NS, hanno espresso commenti molto favorevoli all’azione congiunta condotta da tutti i partiti di opposizione in merito allo spostamento del cosiddetto Consiglio del bilancio. La qual cosa si aggiunge al riconoscimento, che ormai arriva da più parti, al lavoro fatto dal Gruppo di Coordinamento.

Adesso è ora di rilanciare. Si apre una stagione nuova, per certi versi molto entusiasmante, perché ciascuna forza politica viene chiamata alle sue responsabilità individuali e collettive nella costruzione di un progetto politico capace di dire agli elettori che tutto è cambiato.
Per il Gruppo di Coordinamento sarà dunque un fine settimana di lavoro, per preparare bene il lungo dibattito consiliare, in cui compare non solo la formazione del governo ma anche alcuni temi di prioritario interesse per la politica e per la gente, di fronte ai quali l’opposizione dovrà fare vedere di che pasta è fatta.


San Marino 22 novembre 2007

Per il Gruppo di Coordinamento
il comunicato è stato redatto

da Angela Venturini

tel. 335/7331621

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy