/ti’tano/ un evento artistico tra i piccoli Stati e la Cultura del Mediterraneo

/ti’tano/ un evento artistico
tra i piccoli Stati e la Cultura del Mediterraneo
Simone Rastelli e Viola Conti
“in cammino” verso Nottingham
Sabato 28 e domenica 29 aprile, in occasione del finissage della mostra La Terra vista dal Mare, presso il Museo d’Arte Contemporaneo di Villa Croce di Genova si è svolta la prima tappa del progetto /ti’ tano/ – sostenuto dalla Segreteria di Stato per la Pubblica Istruzione e Cultura – Ufficio Attività Sociali e Culturali di San Marino e dal Ministero per la Cultura del Montenegro.
Il workshop curato dal giovane storico dell’arte Alessandro Castiglioni è stato  aperto nell’occasione  dalla lezione Un dialogo con il Montenegro, sull’identità balcanica, di Svetlana Racanovic, curatrice indipendente già co-commissario e co-curatore del Padiglione del Montengro all’ultima Biennale d’Arte di Venezia per la mostra The Fridge Factory  and the Clear Water di Marina Abramovic Community Center Obod Cetinje.
Protagonisti del workshop /ti’tano/ sono stati i giovani under 30 provenienti da San Marino, Islanda, Liechtenstein, Canton Ticino e Italia: Simone Rastelli (SM), Viola Conti (SM), Karin Ospelt (FL), Sigurdour Atli Sigurdsson (IS), Paolo Tognozzi (I), ed il gruppo musicale Fedora Saura (CH) che attraverso la partecipazione alla fase più concreta, stanno sviluppando differenti progetti legati all’idea di viaggio come strumento metaforico di conoscenza ed esperienza, di viaggio come rito, della  deculturalizzazione del viaggio turistico e globalizzato.
Spunto per la discussione avvenuta, sono state le opere presenti all’interno della mostra La Terra Vista dal Mare e lo stesso Museo di Villa Croce interpretato come luogo di studio, ricerca e scenario in cui proiettare la propria esperienza di viaggio.
La Terra vista dal Mare, frutto del network di Little Constellation, (sostenuto dalle più importanti istituzioni per l’arte e la cultura contemporanea di San Marino e dei piccoli Stati d’Europa), è nata da un lavoro di ricerca e networking che parte nel 2004, e che oggi raccoglie più di 40 artisti, e le istituzioni di 14 paesi.
 
Presenti  all’appuntamento il Ministro per la Cultura di Gibilterra, On.Le Steven E Linares,  il suo Segretario Particolare Yvette Zarb, Gino Sanguinetti, artista e presidente dell’Associazione Belle Arti di Gibilterra  e Noha Stolz e Riccardo Lisi curatori dello spazio per l’Arte Contemporanea La Rada di Locarno che hanno partecipato attivamente al workshop.
Una traccia visibile (libri digitali, fotografie, video) del percorso intrapreso dai giovani artisti sarà disponibile su una piattaforma web appositamente allestita all’interno del sito del network di Little Constellation ( www.littleconstellation.org ).
Prossimo appuntamento per /ti’ tano/: il World Event of  Young Artists (WEYA2012), che si svolgerà a Nottingham dal 7 al 15 settembre 2012. Per poi concludersi ad Ancona, alla XVI Biennale del Mediterraneo nel 2013.
 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy