Torna in libreria ‘Rimini e dintorni’, la storica guida di Luigi Gravina

Torna in libreria ‘Rimini e dintorni’, la storica guida di Luigi Gravina edita nel 1933. La guida torna nella ristampa pubblicata da Bruno Ghigi in una edizione ampliata con un centinaio di foto d’epoca.

Ne parla Manuela Angelini su Corriere Romagna-Rimini.

Nella pubblicazione si trova pure una testimonianza anche visiva di luoghi ed edifici di Rimini, che sono andati distrutti.

Scrive a questo proposito Ghigi: ‘l’abbattimento del Kursaal, mi pare di poter dire non insegnò nulla a quanti avevano i soldi da spendere, perché negli anni Cinquanta, per costruire un nuovo seminario non usarono l’area in cui sorgeva il vecchio, ma scelsero l’area della storica villa Spina, danneggiata dalla guerra ma recuperabile…, lo storico Palazzo del Cimiero (al cui posto si trova oggi il palazzo Fabbri), il convento di San Francesco di fianco al Tempio Malatestiano (‘in cui Sigismondo aveva istituito la prima biblioteca pubblica in Italia, danneggiato dalla guerra, ma recuperabile’) ‘.

Nella prefazione lo storico Antonio Montanari ricorda le difficoltà economiche incontrate dalla nascente industria dei bagni, l’inaugurazione della ferrovia Rimini-San Marino, alcuni episodi della guerra e altri momenti della storia riminese.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy