Tre ordini del giorno sui giochi, tutti bocciati

Sono stati tutti bocciati i tre ordini del giorno presentati dai partiti di opposizione sulla assegnazione della gestione dei giochi da parte del Governo, coi quali si chiedeva:

– la revoca della delibera a favore della Cogetech per Rovereta;
– l’accertamento di eventuali responsabilità politiche per l’assegnazione dei giochi in violazione della legge sull’Ente di Stato dei Giochi;

– la revoca dell’incarico all’ingegner Francesco Gatti nel Consiglio Direttivo dell’Ente di Stato dei Giochi, incompatibile in quanto con interessi in macchine per il gioco.
Tutti respinti con 30 voti contrari e 26 a favore.

Claudio Felici, Capogruppo Psd, ha letto un documento inviato dal presidente di Assointrattenimento, l’associazione della quale l’ingegner Gatti fa parte, nel quale
si certifica che la Cogetech, contrariamente a quanto affermato nell’ordine del giorno, non compare nel libro dei soci.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy