Tre profughi scoperti in un camion arrivato a Chiesanuova dall’estero

Doveva scaricare delle lunghe verghe d’alluminio ma dal buio del cassone hanno fatto capolino tre giovani stranieri.

È successo nel primo pomeriggio di oggi ad un camionista straniero poco dopo essere giunto all’interno in una azienda a Chiesanuova, nella Repubblica di San Marino.

L’uomo ha chiamato le forze dell’ordine del Titano e richiuso il cassone per sicurezza. Capendo di essere davanti a probabili profughi stranieri, sono sopraggiunti sul posto una pattuglia della Gendarmeria insieme ai sanitari del 118 dell’ospedale.

Alla loro presenza il cassone è stato riaperto e i tre sono stati fatti scendere. Si tratta di giovani uomini, forse minorenni, di probabile provenienza dall’Afghanistan. Ma si tratta di ipotesi visto che non hanno documenti con loro.

I tre sono stati presi in carico dai sanitari, che hanno verificato che il buono stato di salute, e quindi dalla Gendarmeria che ha provveduto a rifocillarli.

Le forze dell’ordine stanno altresì cercando di capire se il camionista fosse davvero inconsapevole di avere dei passeggeri abusivi, oppure se sia complice della tratta di essere umani.

D’altra parte la Segreteria degli Esteri e la Gendarmeria si stanno adoperando, anche grazie ad un interprete, di capire la provenienza e la storia dei tre giovani per poter decidere poi il da farsi.

 

Davide Giardi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy