Valentini (San Marino, Finanze), sugli imprenditori

 Pasquale Valentini, Segretario di Stato alle Finanze, nel suo intervento  nella giornata della economia organizzata  dalla Camera di Commercio, nel prendere atto del pessimismo emerso fra gli imprenditori sammarinesi e delle richieste avanzate al Governo, non ha rinunciato a togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Lo si apprende da Antonio Fabbri di L’Informazione di San Marino.

 “Vorrei capire, a fronte di questa sfiducia, le imprese presenti a San Marino che cosa sono disposte a difendere di quello che fanno. Penso  ci siano ancora ragioni per fare attività economica a San Marino. Il rapporto con l’Italia: Da chi dipende il miglioramento delle relazioni? Cosa manca? Quell’eccellenza che le aziende hanno a San Marino potrebbero averla anche al di fuori? E’ possibile avere un rapporto internazionale anche al di fuori del rapporto con l’Italia?” Una serie di domande che Valentini pone e si pone. Poi dice quali sono le cose da fare: “Intanto non dobbiamo perdere il buono che c’è a fronte di una serie di imprese che deve decidere se restare o andarsene. Inoltre anche dal mondo dell’impresa i segnali non sono omogenei. Si parla con uno, dice di introdurre il sistema Iva, mentre un altro frena. Stessa cosa sulla trasparenza”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy