Violenza a Rimini: vertice sulla sicurezza, sì a telecamere in centro storico

Vale la massima “meglio tardi che mai?” Oggi in Comune c’è il vertice con il sindaco Alberto Ravaioli, l’assessore alla Polizia Municipale Roberto Biagini, il comandante della polizia municipale Vasco Talenti, assieme ad altri ispettori per valutare le misure da prendere per evitare altri bagni di sangue e violenza incontrollata dopo l’episodio che poteva costare la vita ad Andrea Morigi, incolpevole ragazzo di 26anni preso a bastonate da Antonio Carbonara, ora agli arresti.
A scaldare gli animi in piazza Cavour basta poco e ad ascoltare le testimonianze dei diretti interessati – i giovani che la frequentano – sembra che di risse ce ne siano sempre.
Nel vertice si valuterà un’azione coordinata, come scrive il Resto del Carlino di Rimini, su tutto il centro storico con vigile elettronico, videosorveglianza, più vigili.
Le forze dell’ordine indagano ancora sulla rissa di sabato sera, ma non si è ancora riusciti ad identificare le targhe delle due auto da cui sono scesi i ragazzi con le spranghe, una Audi A3 e una Smart.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy